POLITICA ITALIANA

Tutto quello che non riguarda wrestling, sport, calcio, tv/cinema o videogiochi... il forum Mondo è il posto per parlare di politica, musica, gossip, arte o quanto altro vi possa venire in mente!
NotOnlyWWE
Messaggi: 16990
Iscritto il: 04/01/2012, 8:02
Contatta:

Re: POLITICA ITALIANA | Season XVII

Messaggio da NotOnlyWWE » 24/06/2014, 15:26

Stan ha scritto:una legge condivisa da più gente vale di più? dura di più? o forse si fa questo baccano per poter dare addosso all'unica opposizione esistente, oltre che rinviare il più possibile le prossime elezioni (chissà come mai prima le larghe intese dovevano servire solo a fare immediatamente una legge elettorale decente per poter rifare le elezioni e adesso di legge elettorale ancora niente e governo che vuole tirare fino al 2018...)?

comunque da un certo punto di vista la legge elettorale più condivisa è quella del M5S, scelta da 30.000 persone, non solo due (renzi e berlusconi) o a voler esser buoni 950 (i parlamentari).
Prima di tutto il Governo Letta, quello delle Larghe Intese, era nato per l'urgenza di fare un pacchetto di riforme, tra cui la legge elettorale, legge che secondo il mio modestissimo parere (ma non solo il mio) doveva fare come prima cosa il Governo Monti visto che era un governo di fine Legislatura (si insediò a Novembre 2011, circa 16 mesi dalla conclusione della Legislatura) e che quindi al termine di questi ci sarebbero state le elezioni.

Le elezioni non si rinviano discutendo sulla legge elettorale, perché, ti ripeto, il Governo benché non ampia, gode di una maggioranza e quindi se non succeda qualcosa di intero al PD può benissimo durare fino al 2018; e comunque il 2018 è il traguardo che Renzi si era prefissato ancora prima del suo insediamento ufficiale, non una cosa di stamattina.

Infine, Renzi e Berlusconi, soprattutto quest'ultimo, rappresentato gli elettori del PD e di FI che insieme numericamente contano più dei 30.000 che hanno votato sul blog di Grillo o anche di tutti gli elettori del M5S.



NotOnlyWWE
Messaggi: 16990
Iscritto il: 04/01/2012, 8:02
Contatta:

Re: POLITICA ITALIANA | Season XVII

Messaggio da NotOnlyWWE » 24/06/2014, 15:29

Stan ha scritto:
ho detto infatti ''DA UN CERTO PUNTO DI VISTA''. Secondo questo ''punto di vista'' la legge elettorale è come un metodo di assunzione: allo stesso modo in cui in una società è il datore di lavoro a scegliere come assumere il dipendente, nella politica dovrebbe essere l'elettore a scegliere direttamente come assumere il rappresentante. Per questo una legge elettorale fatta da 30.000 cittadini potrebbe essere più valida di una scelta fatta 945 parlamentari.

Comunque sei un buzzurro (segnalato). E il resto non lo commenti?
Capisco e comprendo, però la nostra come tutte le moderne democrazie, è una Democrazia di tipo indiretto: noi eleggiamo una classe dirigente affinché facciano le riforme & CO, se poi fanno cose che non apprezziamo o non condividiamo, li possiamo rispedire a casa al turno successivo. Magari il nostro non è il miglior sistema (per esempio io prediligo una Repubblica Presidenziale ad una Parlamentare, aspetto su cui vedo molta confusione), però è così.

Avatar utente
12lefthook
Messaggi: 502
Iscritto il: 27/04/2014, 14:11

Re: POLITICA ITALIANA | Season XVII

Messaggio da 12lefthook » 24/06/2014, 16:28

andrea scanzi:
"La riforma del Senato voluta da Matteo Renzi è caratterizzata da quattro "i": Inutilità, Inciucio, Immunità, Incapacità. E' una riforma scritta male e concepita peggio, che serve solo a soddisfare il sogno di Renzi: poter dire a familiari ed amici che "io ho abolito il Senato".
1) "Inutilità". Non serve a niente. Il Senato non viene abolito, ma reso pressoché inutile. Il risparmio è minimo e il rischio di "assolutismo" massimo. Non esistono contrappesi democratici e la legge elettorale amplifica le preoccupazioni. Non è abolito il Senato, ma le elezioni per eleggerlo; il "nuovo" Senato sarà nominato dai partiti e fatto perlopiù da inquisiti (garantiti da immunità), non potrà sfiduciare il Governo e verrà espropriato del potere legislativo - a parte le leggi costituzionali.
2) "Inciucio". Per quanto ora il Pd possa dialogare con il Movimento 5 Stelle e dunque l'alternativa esista, la via maestra resta Verdini. Il Pd, che continua a volersi chiamare "Democratico", preferisce dunque indagati, condannati e piduisti a forze odiabili quanto si vuole ma certo oneste. La larga intesa, ovviamente, non riguarda solo Pd e Forza Italia ma anche quasi tutte le restanti frattaglie parlamentari, da Sciolta Civica ai due o tre alfaniani avvistati sul Pianeta Terra. Un Parlamento di nominati, eletto con una legge incostituzionale, si sta divertendo a sventrare la Costituzione italiana: da Calamandrei a Gasparri, con buona pace di Darwin e dell'evoluzionismo. Di buona parte della cosiddetta "opposizione" non v'è poi traccia. Sel è troppo impegnata a frignare per la Spinelli che ha rubato lo scranno a tal Furfaro (chi?) e a correre in soccorso del vincitore capeggiata da Migliore, il cui cognome è peraltro un'ulteriore prova di incoerenza. C'è poi la Fronda Don Abbondio, costituita dai Mineo e dalle Puppato, che "si costerna si indigna si impegna e poi getta la spugna con gran dignità" (cit). L'unica opposizione reale, volenti o nolenti, sono i 5 Stelle. Siam sempre lì.
3) "Immunità" (ma anche "Impunità"). Il teatrino di queste ore sulla immunità "a loro insaputa" è sconfortante. Nessuno la voleva, però c'è. Non la voleva il Pacioccone Mannaro Renzi, non la voleva Karina Huff Boschi, non la voleva Milady Finocchiaro. Però c'è. Il "nuovo" Senato concepito da Renzi sarebbe composto da 21 sindaci, 74 consiglieri regionali e 5 nominati dal Capo dello Stato. Ridotto a dopolavoro per inquisiti (17 Consigli Regionali sono sotto inchiesta), il "nuovo" Senato alla francese - ma più che altro alla cazzo - vedrebbe sfilare neanche troppo ipoteticamente figuri ameni tipo Fiorito e Minetti, Barracciu e Ippazio Stefano, Cota e Formigoni, Del Basso De Caro e Lombardo. Tutta gente che nei Consigli Regionali c'è o c'è stata. Il fior fiore della politica italiana. Vamos.
4) "Incompetenza". Di questa Armata Brancaleone renziana colpisce - e fa paura - l'ambizione direttamente proporzionale all'incapacità. Entrambe smisurate. Pur di soddisfare il loro Dio Matteo, i renziani sarebbero perfino disposti a credersi politici per davvero. Ne è prova più evidente il Ministro (chiedo scusa se la chiamo ministro) Karina Huff Boschi, che di fronte alla grana immunità ha provato a dire che lei non ne sapeva nulla. Peccato che Calderoli e Finocchiaro l'abbiano pubblicamente sbugiardata: la sua bozza era un colabrodo (toh, che strano) e loro l'hanno riempita - immunità inclusa - d'intesa con gli altri partiti della maggioranza. Il Governo l'ha letta e approvata due volte. La Boschi, di questa Riforma, dovrebbe essere titolare (poveri noi). In questi giorni, e una volta di più, ha denotato se va bene inadeguatezza titanica e se va male una assai poco gradevole propensione alla bugia. Non è in grado di fare il Ministro, non ne ha competenze e capacità: si dimetta. Per il bene degli italiani, ma anche per il bene della povera Maria Elena, che oggettivamente non merita una tale gogna continua e sistematica.
P.S. Volendo ci starebbe anche una quinta "i", "Indecenza", ma oggi mi sento buono."



comunque il discorso "per il M5S adesso è tardi collaborare" non ha senso, perchè non avviene per motivi tecnici (l'italicum non è stato fatto, devono ancora decidere tutto, i lavori sono appena iniziati e già interrotti più volte e fatti slittare dopo le europee per vedere come salvare forza italia), MA E' TUTTA UNA SCUSA, perchè il PD vuole continuare a fare le leggi col PDL, le buone proposte popolari non saranno mai ascoltate anche se giuste, perchè sono in conflitto con gli interessi della politica classica.

NotOnlyWWE
Messaggi: 16990
Iscritto il: 04/01/2012, 8:02
Contatta:

Re: POLITICA ITALIANA | Season XVII

Messaggio da NotOnlyWWE » 24/06/2014, 16:43

12lefthook ha scritto:andrea scanzi:
"La riforma del Senato voluta da Matteo Renzi è caratterizzata da quattro "i": Inutilità, Inciucio, Immunità, Incapacità. E' una riforma scritta male e concepita peggio, che serve solo a soddisfare il sogno di Renzi: poter dire a familiari ed amici che "io ho abolito il Senato".
1) "Inutilità". Non serve a niente. Il Senato non viene abolito, ma reso pressoché inutile. Il risparmio è minimo e il rischio di "assolutismo" massimo. Non esistono contrappesi democratici e la legge elettorale amplifica le preoccupazioni. Non è abolito il Senato, ma le elezioni per eleggerlo; il "nuovo" Senato sarà nominato dai partiti e fatto perlopiù da inquisiti (garantiti da immunità), non potrà sfiduciare il Governo e verrà espropriato del potere legislativo - a parte le leggi costituzionali.
2) "Inciucio". Per quanto ora il Pd possa dialogare con il Movimento 5 Stelle e dunque l'alternativa esista, la via maestra resta Verdini. Il Pd, che continua a volersi chiamare "Democratico", preferisce dunque indagati, condannati e piduisti a forze odiabili quanto si vuole ma certo oneste. La larga intesa, ovviamente, non riguarda solo Pd e Forza Italia ma anche quasi tutte le restanti frattaglie parlamentari, da Sciolta Civica ai due o tre alfaniani avvistati sul Pianeta Terra. Un Parlamento di nominati, eletto con una legge incostituzionale, si sta divertendo a sventrare la Costituzione italiana: da Calamandrei a Gasparri, con buona pace di Darwin e dell'evoluzionismo. Di buona parte della cosiddetta "opposizione" non v'è poi traccia. Sel è troppo impegnata a frignare per la Spinelli che ha rubato lo scranno a tal Furfaro (chi?) e a correre in soccorso del vincitore capeggiata da Migliore, il cui cognome è peraltro un'ulteriore prova di incoerenza. C'è poi la Fronda Don Abbondio, costituita dai Mineo e dalle Puppato, che "si costerna si indigna si impegna e poi getta la spugna con gran dignità" (cit). L'unica opposizione reale, volenti o nolenti, sono i 5 Stelle. Siam sempre lì.
3) "Immunità" (ma anche "Impunità"). Il teatrino di queste ore sulla immunità "a loro insaputa" è sconfortante. Nessuno la voleva, però c'è. Non la voleva il Pacioccone Mannaro Renzi, non la voleva Karina Huff Boschi, non la voleva Milady Finocchiaro. Però c'è. Il "nuovo" Senato concepito da Renzi sarebbe composto da 21 sindaci, 74 consiglieri regionali e 5 nominati dal Capo dello Stato. Ridotto a dopolavoro per inquisiti (17 Consigli Regionali sono sotto inchiesta), il "nuovo" Senato alla francese - ma più che altro alla cazzo - vedrebbe sfilare neanche troppo ipoteticamente figuri ameni tipo Fiorito e Minetti, Barracciu e Ippazio Stefano, Cota e Formigoni, Del Basso De Caro e Lombardo. Tutta gente che nei Consigli Regionali c'è o c'è stata. Il fior fiore della politica italiana. Vamos.
4) "Incompetenza". Di questa Armata Brancaleone renziana colpisce - e fa paura - l'ambizione direttamente proporzionale all'incapacità. Entrambe smisurate. Pur di soddisfare il loro Dio Matteo, i renziani sarebbero perfino disposti a credersi politici per davvero. Ne è prova più evidente il Ministro (chiedo scusa se la chiamo ministro) Karina Huff Boschi, che di fronte alla grana immunità ha provato a dire che lei non ne sapeva nulla. Peccato che Calderoli e Finocchiaro l'abbiano pubblicamente sbugiardata: la sua bozza era un colabrodo (toh, che strano) e loro l'hanno riempita - immunità inclusa - d'intesa con gli altri partiti della maggioranza. Il Governo l'ha letta e approvata due volte. La Boschi, di questa Riforma, dovrebbe essere titolare (poveri noi). In questi giorni, e una volta di più, ha denotato se va bene inadeguatezza titanica e se va male una assai poco gradevole propensione alla bugia. Non è in grado di fare il Ministro, non ne ha competenze e capacità: si dimetta. Per il bene degli italiani, ma anche per il bene della povera Maria Elena, che oggettivamente non merita una tale gogna continua e sistematica.
P.S. Volendo ci starebbe anche una quinta "i", "Indecenza", ma oggi mi sento buono."



comunque il discorso "per il M5S adesso è tardi collaborare" non ha senso, perchè non avviene per motivi tecnici (l'italicum non è stato fatto, devono ancora decidere tutto, i lavori sono appena iniziati e già interrotti più volte e fatti slittare dopo le europee per vedere come salvare forza italia), MA E' TUTTA UNA SCUSA, perchè il PD vuole continuare a fare le leggi col PDL, le buone proposte popolari non saranno mai ascoltate anche se giuste, perchè sono in conflitto con gli interessi della politica classica.
In prima lettura la legge elettorale è già stata approvata dalla Camera dei Deputati da più di tre mesi. Non mi sembra che debbano decidere tutto; il percorso è ancora lungo (d'altronde ora il periodo d'approvazione è Settembre), però non siamo all'inizio, anzi, e non ci si può permettere di iniziare da capo perché il blog di Grillo (alla fine si riduce a quello la "Politica" del M5S, a quello e a quella manciata di iscritti a questo blog) ha emanato la sua proposta. No, caro, ora se vuoi partecipare, se vuoi mettere lo stampo del tuo Movimento e dei tuoi elettori, siediti e fai un dibattito serio, senza sparare boiate o imporre nulla.

Avatar utente
Marco Frediani
Messaggi: 8511
Iscritto il: 22/12/2010, 22:11
Città: Carrara
Been thanked: 1 time

Re: POLITICA ITALIANA | Season XVII

Messaggio da Marco Frediani » 24/06/2014, 20:06

Stan ha scritto:una legge condivisa da più gente vale di più? dura di più? o forse si fa questo baccano per poter dare addosso all'unica opposizione esistente, oltre che rinviare il più possibile le prossime elezioni (chissà come mai prima le larghe intese dovevano servire solo a fare immediatamente una legge elettorale decente per poter rifare le elezioni e adesso di legge elettorale ancora niente e governo che vuole tirare fino al 2018...)?

comunque da un certo punto di vista la legge elettorale più condivisa è quella del M5S, scelta da 30.000 persone, non solo due (renzi e berlusconi) o a voler esser buoni 950 (i parlamentari).
Vogliono rinviare le elezioni?

Ma se alle Europee il PD ha asfaltato il M5S :stupito:

Avatar utente
NEO GREEN
Messaggi: 4325
Iscritto il: 02/05/2013, 0:03
Città: Dubai

Re: POLITICA ITALIANA | Season XVII

Messaggio da NEO GREEN » 24/06/2014, 20:36

Adesso si cita tale Andrea Scanzi, sottoposto di Travaglio come se si citasse un Biagi o un Montanelli.

Ma veramente?

Che poi con questo governo non ci volete fare le riforme?

NotOnlyWWE
Messaggi: 16990
Iscritto il: 04/01/2012, 8:02
Contatta:

Re: POLITICA ITALIANA | Season XVII

Messaggio da NotOnlyWWE » 24/06/2014, 21:17

NEO GREEN ha scritto:Adesso si cita tale Andrea Scanzi, sottoposto di Travaglio come se si citasse un Biagi o un Montanelli.

Ma veramente?

Che poi con questo governo non ci volete fare le riforme?
:manineicapelli:

Avatar utente
Stan
Messaggi: 1985
Iscritto il: 28/03/2014, 8:23

Re: POLITICA ITALIANA | Season XVII

Messaggio da Stan » 24/06/2014, 21:44

Marco Frediani ha scritto:
Vogliono rinviare le elezioni?

Ma se alle Europee il PD ha asfaltato il M5S :stupito:
allora mi spiegheresti perchè il PD anzichè andare alle elezioni adesso per avere finalmente una maggioranza sua continua con questa balletto alla ricerca dei numeri (non so quante fiducie hanno votato...)? Non è che non vuole mai assumersi la completa responsabilità e continuare a incolpare il M5S?

Avatar utente
NEO GREEN
Messaggi: 4325
Iscritto il: 02/05/2013, 0:03
Città: Dubai

Re: POLITICA ITALIANA | Season XVII

Messaggio da NEO GREEN » 24/06/2014, 22:03

Stan ha scritto:
allora mi spiegheresti perchè il PD anzichè andare alle elezioni adesso per avere finalmente una maggioranza sua continua con questa balletto alla ricerca dei numeri (non so quante fiducie hanno votato...)? Non è che non vuole mai assumersi la completa responsabilità e continuare a incolpare il M5S?
Forse perchè questa legge elettorale anche con il 40% non gli garantirebbe la maggioranza assoluta e sarebbe comunque costretto a delle alleanze.

Quindi tanto vale continuare così, visto che una maggioranza comunque ce l'ha.

Avatar utente
Marco Frediani
Messaggi: 8511
Iscritto il: 22/12/2010, 22:11
Città: Carrara
Been thanked: 1 time

Re: POLITICA ITALIANA | Season XVII

Messaggio da Marco Frediani » 25/06/2014, 7:23

La legge elettorale attuale è incostituzionale, quindi non si puo andare a votare prima di avere fatto un altra legge.

Beppe sul blog non lo dice?

Avatar utente
Stan
Messaggi: 1985
Iscritto il: 28/03/2014, 8:23

Re: POLITICA ITALIANA | Season XVII

Messaggio da Stan » 25/06/2014, 8:57

Marco Frediani ha scritto:La legge elettorale attuale è incostituzionale, quindi non si puo andare a votare prima di avere fatto un altra legge.

Beppe sul blog non lo dice?
eh? a parte che una legge adesso c'è ed è quella modificata dalla consulta, ma come si contrappone ciò al discorso che ho fatto? anzi, lo avvalora, visto che dici che il governo è talmente ridicolo da non fornire al paese neanche una legge elettorale.

e basta con ste battutine. Imparate a discutere. Vi ho già fatto notare che qui voi vi comportate come buzzuri mentre i neo-nazisti del M5S sono educati e disponibili al dialogo. Traetene le conclusioni.

Avatar utente
Stan
Messaggi: 1985
Iscritto il: 28/03/2014, 8:23

Re: POLITICA ITALIANA | Season XVII

Messaggio da Stan » 25/06/2014, 9:06

NEO GREEN ha scritto:
Forse perchè questa legge elettorale anche con il 40% non gli garantirebbe la maggioranza assoluta e sarebbe comunque costretto a delle alleanze.

Quindi tanto vale continuare così, visto che una maggioranza comunque ce l'ha.
ma non potrebbe andare alle elezioni adesso con una legge raffazzonata ma che da un vincitore sicuro per poi avere tutti i numeri per fare la legge bellissima che vuole lui? A me sembra che in realtà vogliono solo alibi per giustificare l'immobilismo e scaricare le responsabilità.

Avatar utente
NEO GREEN
Messaggi: 4325
Iscritto il: 02/05/2013, 0:03
Città: Dubai

Re: POLITICA ITALIANA | Season XVII

Messaggio da NEO GREEN » 25/06/2014, 10:07

Stan ha scritto:
ma non potrebbe andare alle elezioni adesso con una legge raffazzonata ma che da un vincitore sicuro per poi avere tutti i numeri per fare la legge bellissima che vuole lui? A me sembra che in realtà vogliono solo alibi per giustificare l'immobilismo e scaricare le responsabilità.
Il problema di fondo del movimento 5 stelle è che ha proposto un dialogo sulle riforme solo di facciata, nella realtà aspira a creare solo confusione e ad allungare le cose.

Comunque devono chiarirsi le idee, non possono chiedere di collaborare con chi accusano delle peggiori nefandezze.

Scaricare le responsabilità su chi?

E' Renzi che ha la necessità di produrre dei risultati altrimenti la gente gli presenterà il conto.

Avatar utente
BomberDede
Messaggi: 785
Iscritto il: 10/01/2011, 12:41
Città: Parma

Re: POLITICA ITALIANA | Season XVII

Messaggio da BomberDede » 25/06/2014, 16:26

Stan ha scritto:
ma non potrebbe andare alle elezioni adesso con una legge raffazzonata ma che da un vincitore sicuro per poi avere tutti i numeri per fare la legge bellissima che vuole lui? A me sembra che in realtà vogliono solo alibi per giustificare l'immobilismo e scaricare le responsabilità.
non è vero perché la legge attuale uscita dalla consulta NON darebbe un vincitore e obbligherebbe ad altre larghe intese

Avatar utente
pingumen96
Messaggi: 5767
Iscritto il: 04/09/2011, 20:08
Città: Calasetta
Località: Calasetta
Has thanked: 16 times
Been thanked: 10 times
Contatta:

Re: POLITICA ITALIANA | Season XVII

Messaggio da pingumen96 » 25/06/2014, 17:33

Fottetevi tutti.

[youtube][/youtube]

Rispondi