Un match al giorno 2021 - Seven Shades Of Ultraviolent

Il forum principale di Tuttowrestling: il posto giusto per discutere di wrestling (WWE, TNA e quant’altro) insieme agli altri appassionati.
Avatar utente
HSMA
Messaggi: 2048
Iscritto il: 31/10/2018, 14:57
Has thanked: 55 times
Been thanked: 253 times

Re: Un match al giorno 2021 - Nothing Special Here

Messaggio da HSMA »

160 di 365
25/06/2016 C4 Crossing The Line 9: Drive; Mike Bailey vs Jonathan Gresham
Questo match non è niente di speciale. È il classico match di Mike Bailey e il classico match di Jonathan Gresham. Niente di più niente di meno.
Il fatto che questo match sia meraviglioso testimonia la grandezza e il talento di questi due. In un quarto d’ora impacchettano tanta di quella roba da far venire il mal di testa, ma lo fanno con una grande naturalezza, con una fluidità invidiabile e una coerenza in ring spaventosa.
Come dicevo c’è tantissima roba, eppure non c’è la sensazione che stiano facendo troppo, anzi, c’è il sentore che il match possa esplodere ulteriormente da un momento all’altro. E cazzo se esplode.
Un’altra cosa grandiosa è che i due non scendono a compromessi con l’avversario è impongono i rispettivi stili. Il risultato è una varietà straordinaria perchè il canadese mette i calci e i voli, mentre Gresham aggiunge arm work e la sua padronanza tecnica in generale.
Niente male per essere un match che non è niente di speciale.



Avatar utente
HSMA
Messaggi: 2048
Iscritto il: 31/10/2018, 14:57
Has thanked: 55 times
Been thanked: 253 times

Re: Un match al giorno 2021 - JTO

Messaggio da HSMA »

161 di 365
24/09/2019 JTO Yume; Maika vs Sareee
Questa dovrebbe essere una delle prime volte per la Just Tap Out nel topic e vi mostro uno dei nomi che più ha ricevuto spinta e status dalla fed di TAKA Michinoku, Maika. Qua contro la sempre ottima Sareee.
Il match è breve, attorno ai dieci minuti, ma con una grande intensità, trasmessa tutta a suon di colpi diretti portati con furia. Sareee si distingue per una serie di dropkick veloci, violenti, da far saltare i denti, mentre Maika cerca di portare la sfida a terra, con proiezioni varie e chiusure al braccio della rivale. Probabilmente non entrerà nella storia, ma rimane un match ben fatto, ben calato nel contesto della JTO. A me è piaciuto parecchio, ve lo consiglio.

Avatar utente
HSMA
Messaggi: 2048
Iscritto il: 31/10/2018, 14:57
Has thanked: 55 times
Been thanked: 253 times

Re: Un match al giorno 2021 - Ringkampf vs Catch Point

Messaggio da HSMA »

162 di 365
13/01/2018 EVOLVE 98; WALTER & Timothy Thatcher vs Tracy Williams & Dominic Garrini
Questo è un supermatch, molto particolare perchè unisce le caratteristiche principali dell’EVOLVE, ovvero una tecnica spinta e un realismo quasi marziale, al tag team wrestling.
Non era facile, perchè il lottato di coppia prevede cambi di ritmo e di situazioni poco compatibili con lo stile tecnico, più piatto ritmicamente e senza schemi.
Invece ce l’hanno fatta alla grande, creando situazioni strane ma coerenti con entrambi gli stili. Cambiano i ritmi alternando scambi al tappeto e striking in piedi, sempre mantenendo una grande credibilità, data dalla durezza dei colpi, dalla naturalezza delle sequenze e dal selling perfetto di tutti.
Due parole su Garrini, che qua era sicuramente considerato “quello di troppo”, con pochissima esperienza nel wrestling. Invece sì è buttato portando il suo stile particolare, mutuato dalle arti marziali, risultando prezioso per la riuscita della contesa. Tra l’altro sta andando avanti a migliorare in tutti gli aspetti, sia all’interno del ring che come look e personaggio.
Match straconsigliato.

Avatar utente
GMPunk
Messaggi: 584
Iscritto il: 04/01/2011, 22:58
Has thanked: 94 times
Been thanked: 25 times

Re: Un match al giorno 2021 - Ringkampf vs Catch Point

Messaggio da GMPunk »

HSMA ha scritto: 12/06/2021, 7:29 162 di 365
13/01/2018 EVOLVE 98; WALTER & Timothy Thatcher vs Tracy Williams & Dominic Garrini
Questo è un supermatch, molto particolare perchè unisce le caratteristiche principali dell’EVOLVE, ovvero una tecnica spinta e un realismo quasi marziale, al tag team wrestling.
Non era facile, perchè il lottato di coppia prevede cambi di ritmo e di situazioni poco compatibili con lo stile tecnico, più piatto ritmicamente e senza schemi.
Invece ce l’hanno fatta alla grande, creando situazioni strane ma coerenti con entrambi gli stili. Cambiano i ritmi alternando scambi al tappeto e striking in piedi, sempre mantenendo una grande credibilità, data dalla durezza dei colpi, dalla naturalezza delle sequenze e dal selling perfetto di tutti.
Due parole su Garrini, che qua era sicuramente considerato “quello di troppo”, con pochissima esperienza nel wrestling. Invece sì è buttato portando il suo stile particolare, mutuato dalle arti marziali, risultando prezioso per la riuscita della contesa. Tra l’altro sta andando avanti a migliorare in tutti gli aspetti, sia all’interno del ring che come look e personaggio.
Match straconsigliato.
Tanta roba quest’EVOLVE, un po’ mi manca.
Comunque Garrini è migliorato un sacco nell’ultimo anno/anno e mezzo, è diventato veramente un nome che dove lo metti figura bene e delivera sempre.
Poi da quando usa la Muscle Buster mi ricorda un Samoa Joino in miniatura :love:

Avatar utente
HSMA
Messaggi: 2048
Iscritto il: 31/10/2018, 14:57
Has thanked: 55 times
Been thanked: 253 times

Re: Un match al giorno 2021 - Funk vs RVD

Messaggio da HSMA »

163 di 365
11/09/1997 Terry Funk Presents Wrestle Fest: 50 Years Of Funk; Dory Funk jr vs Rob Van Dam
Prima della settimana dedicata all’ultraviolent, mi è venuta voglia di proporvi qualcosa di Dory Funk jr. Cercando, oltre ai classiconi degli anni 70 e 80, ho trovato questo incontro curiosissimo contro RVD, un atleta molto lontano dal mondo di Dory Funk jr.
Un match particolare, anche perchè Rob è uno dei lottatori più dinamici ed esplosivi dell’epoca, mentre Funk qua ha la bellezza di cinquantasei anni compiuti, quindi giocoforza deve lottare in maniera più statica. C’erano tanti motivi per cui da questo incontro potesse uscire un disastro, invece hanno lottato con grande intelligenza, conoscendo bene il pubblico destinatario.
RVD fa la parte del giovane sbruffone, che sa di lottare contro un wrestler palesemente inferiore dal punto di vista della forma fisica e quindi lo sfotte, lo ignora, gioca con gli spettatori (e lo fa benissimo, pure io ero irritato dal suo atteggiamento, mi immagino la gente di Amarillo dinnanzi a queste mancanze di rispetto verso un simbolo del wrestling texano). Funk risponde con uno striking essenziale, ma efficace e con quella concretezza che non ha tempo. Alla lunga, ovviamente, esce la maggior freschezza di RVD, che colpisce il rivale con colpi inattesi e ad alta frequenza, ma Funk si fa trovare pronto e ci regala un paio di minuti incerti e con un paio di false finish inattese.
Strano, ma molto gradevole.
Spoiler:

Numero5
Messaggi: 102
Iscritto il: 17/11/2020, 20:05
Has thanked: 41 times
Been thanked: 13 times

Re: Un match al giorno 2021 - Ringkampf vs Catch Point

Messaggio da Numero5 »

HSMA ha scritto: 12/06/2021, 7:29 162 di 365
13/01/2018 EVOLVE 98; WALTER & Timothy Thatcher vs Tracy Williams & Dominic Garrini
Questo è un supermatch, molto particolare perchè unisce le caratteristiche principali dell’EVOLVE, ovvero una tecnica spinta e un realismo quasi marziale, al tag team wrestling.
Non era facile, perchè il lottato di coppia prevede cambi di ritmo e di situazioni poco compatibili con lo stile tecnico, più piatto ritmicamente e senza schemi.
Invece ce l’hanno fatta alla grande, creando situazioni strane ma coerenti con entrambi gli stili. Cambiano i ritmi alternando scambi al tappeto e striking in piedi, sempre mantenendo una grande credibilità, data dalla durezza dei colpi, dalla naturalezza delle sequenze e dal selling perfetto di tutti.
Due parole su Garrini, che qua era sicuramente considerato “quello di troppo”, con pochissima esperienza nel wrestling. Invece sì è buttato portando il suo stile particolare, mutuato dalle arti marziali, risultando prezioso per la riuscita della contesa. Tra l’altro sta andando avanti a migliorare in tutti gli aspetti, sia all’interno del ring che come look e personaggio.
Match straconsigliato.
Ma lo hanno registrato direttamente dalle baraccopoli 'sto match? :LOL:

Solo a vedere lo scenario mi son depresso.

Avatar utente
HSMA
Messaggi: 2048
Iscritto il: 31/10/2018, 14:57
Has thanked: 55 times
Been thanked: 253 times

Re: Un match al giorno 2021 - Funk vs RVD

Messaggio da HSMA »

Chiedo ai mod, a quante segnalazioni parte la sospensione? Perché ne ho mandate cinque solo oggi.
Oh, se si può fare il cazzo che si vuole, avvisatemi che mi adeguo.

Ma tra l'altro un fenomeno che scriveva cose identiche non era già stato cacciato?

Numero5
Messaggi: 102
Iscritto il: 17/11/2020, 20:05
Has thanked: 41 times
Been thanked: 13 times

Re: Un match al giorno 2021 - Funk vs RVD

Messaggio da Numero5 »

Chiedo ai mod, lui può scrivere e trollare nel topic AEW e io non posso dare la mia opinione in questo topic? :LOL: Assurdo

Avatar utente
Saimas
Messaggi: 12172
Iscritto il: 22/12/2010, 21:58
Località: Vostok
Has thanked: 323 times
Been thanked: 208 times
Contatta:

Re: Un match al giorno 2021 - Funk vs RVD

Messaggio da Saimas »

Non si può lasciare il forum un paio di settimane e subito si dimostra mancanza di autogestione è una maturità degna delle elementari.

Godetevi queste ultime ore che da stasera iniziano a saltare le teste. Vediamo chi saranno i primi fortunati.

Avatar utente
HSMA
Messaggi: 2048
Iscritto il: 31/10/2018, 14:57
Has thanked: 55 times
Been thanked: 253 times

Re: Un match al giorno 2021 - Seven Shades Of Ultraviolent - FMW

Messaggio da HSMA »

164 di 365
05/05/1996 FMW 7th Anniversary Show; Megumi Kudo vs Combat Toyoda
Iniziamo con il botto questa settimana dedicata all’estremo. Siamo in FMW, patria dei No Ropes Exploding Barbed Wire Death Match, ed è proprio con questa stipulazione che si combatte il match di ritiro della Combat Toyoda. La sua avversaria è una bomba atomica, un’esplosione di violenza e di cattiveria, come Megumi Kudo.
Il match è super interessante. Non viscerale nella violenza, non scorrono litri di sangue, perchè tutta la tensione è data dalla stipulazione. La costruzione degli spot che coinvolgono filo spinato e botti è magistrale, c’è una progressione lenta, ma inesorabile in cui si parte da una forte diffidenza nel finire verso la parte estrema del ring, per finire ad una serie di spot devastanti e cadute terrificanti.
È interessante, e non è un caso che questo sia il primo match che vi propongo, come la storia sia di rispetto, più che odio o vendetta. Non tutti i deathmatch si basano su sentimenti di astio, esiste anche un grosso filone di riverenza, per non parlare delle semplici esibizioni.
Comunque, una gran prova.
Spoiler:

Avatar utente
Emperador Horace
Messaggi: 9933
Iscritto il: 23/12/2010, 16:56
Località: Volevo fare l'esperto della lucha libre, così nessuno capiva che dicevo ♥♥♥♥♥
Has thanked: 128 times
Been thanked: 326 times

Re: Un match al giorno 2021 - Seven Shades Of Ultraviolent - FMW

Messaggio da Emperador Horace »

Di quel match c'è un approfondimento di poppo, seguito da dibattito come nei cineforum di una volta.

https://forum.tuttowrestling.com/viewto ... start=1320

Il match mi piace molto, ha quella drammaticità da mask match (cioè da svolta definitiva) che ti fa sentire sempre sull'orlo del precipizio.

Avatar utente
poppo the snake
Messaggi: 1841
Iscritto il: 18/02/2012, 14:38
Città: Mirano
Località: Mirano
Has thanked: 136 times
Been thanked: 131 times
Contatta:

Re: Un match al giorno 2021 - Seven Shades Of Ultraviolent - FMW

Messaggio da poppo the snake »

Il momento in cui Megumi si getta di schiena andando dritta contro il filo spinato vale da solo tutto l'incontro.

Ecco giusto una correzione non richiesta: si il rispetto è alla base di questo incontro essendo la stipula voluta appositamente dalla Toyoda per il suo ritiro, ma arriva dopo anni e anni che le due si erano prese a mazzate in qualsiasi tipo di stipulazione possibile (con brevi alleanze momentanee per via degli eventi interpromozionali, specie con la storia del loro "ritorno" in AJW)
Ultima modifica di poppo the snake il 15/06/2021, 16:49, modificato 2 volte in totale.

Avatar utente
El Principe
Messaggi: 790
Iscritto il: 03/05/2016, 19:40
Località: Sardinna
Has thanked: 109 times
Been thanked: 126 times

Re: Un match al giorno 2021 - Seven Shades Of Ultraviolent - FMW

Messaggio da El Principe »

Emperador Horace ha scritto: 15/06/2021, 10:54 Di quel match c'è un approfondimento di poppo
:serious:

Jackknife powerbomb attraverso il cristallo di un auto da sopra un camion al deposito sfasciacarrozze della Zona 23 per te.

Avatar utente
Emperador Horace
Messaggi: 9933
Iscritto il: 23/12/2010, 16:56
Località: Volevo fare l'esperto della lucha libre, così nessuno capiva che dicevo ♥♥♥♥♥
Has thanked: 128 times
Been thanked: 326 times

Re: Un match al giorno 2021 - Seven Shades Of Ultraviolent - FMW

Messaggio da Emperador Horace »

El Principe ha scritto: 15/06/2021, 12:35 :serious:

Jackknife powerbomb attraverso il cristallo di un auto da sopra un camion al deposito sfasciacarrozze della Zona 23 per te.
:divertito2:
Da mobile e controluce non si vedono bene i nick.
Poppo mi ha confuso, è sempre così bravo.

E vabbe' ho confuso aprile con maggio, mica con novembre (semi-cit.) :fiori:

Avatar utente
HSMA
Messaggi: 2048
Iscritto il: 31/10/2018, 14:57
Has thanked: 55 times
Been thanked: 253 times

Re: Un match al giorno 2021 - Seven Shades Of Ultraviolent

Messaggio da HSMA »

Visto che questa settimana sono in vacanza, metto tutti i match della settimana UV in un post unico.
Enjoy!

164 di 365
05/05/1996 FMW 7th Anniversary Show; Megumi Kudo vs Combat Toyoda
Iniziamo con il botto questa settimana dedicata all’estremo. Siamo in FMW, patria dei No Ropes Exploding Barbed Wire Death Match, ed è proprio con questa stipulazione che si combatte il match di ritiro della Combat Toyoda. La sua avversaria è una bomba atomica, un’esplosione di violenza e di cattiveria, come Megumi Kudo.
Il match è super interessante. Non viscerale nella violenza, non scorrono litri di sangue, perchè tutta la tensione è data dalla stipulazione. La costruzione degli spot che coinvolgono filo spinato e botti è magistrale, c’è una progressione lenta, ma inesorabile in cui si parte da una forte diffidenza nel finire verso la parte estrema del ring, per finire ad una serie di spot devastanti e cadute terrificanti.
È interessante, e non è un caso che questo sia il primo match che vi propongo, come la storia sia di rispetto, più che odio o vendetta. Non tutti i deathmatch si basano su sentimenti di astio, esiste anche un grosso filone di riverenza, per non parlare delle semplici esibizioni.
Comunque, una gran prova.
Spoiler:

165 di 365
26/07/2003 CZW Ultraviolent Tournament Of Death II; Nick Mondo vs JC Bailey
Proseguiamo con altre istituzioni dello stile: la CZW, il Tournament Of Death e Sick Nick Mondo. La stipulazione di oggi coinvolge scale e tubi al neon, per un incontro leggero nelle intenzioni (è comunque l’opener di un torneo ad eliminazione su una giornata), ma intenso nella sanguinosità.
A causa del vetro dei lighttubes, i due atleti cominciano a perdere sangue da ogni parte del corpo, mentre le scale vengono usate non come base di lancio per spot, ma corpo contundente, come oggetto metallico finalizzato a danneggiare il rivale. Il match è breve, ma divertente, impreziosito da uno spottone finale che da solo vale il prezzo del biglietto.
Consigliato.
166 di 365
31/03/2006 BJW; Takeshi Sasaki vs Abdullah Kobayashi
Torniamo in Giappone, con un’altra istituzione della scena estrema, la Big Japan e oggi porto un incontro di uno dei miei preferiti in assoluto. Pelata inconfondibile, look terrificante, cicatrici ovunque e una grande pazzia, ovviamente parlo di Abdullah Kobayashi.
La stipula prevede una gran quantità di lighttubes e di kenzan, un oggettino usato per composizioni floreali che consiste in un dischetto che ha un lato ricoperto di spuntoni. Le armi, tanto per cambiare, sono usate in maniera massiva e brutale, fatto testimoniato dalle schiene dilaniate dei due. Il sangue scorre che è un piacere, l’azione non si ferma un attimo e alcuni spot sono impressionanti, ogni singolo elemento contribuisce a rendere grande il match. Poi, va beh, ci sono momenti a cazzo duro esaltanti ad arricchire e ad aumentare la ruvidità.
Un grande deathmatch, assolutamente consigliato.
167 di 365
12/04/2008 wXw 18+ - lol i’ll pretend u said 18; Thumbtack Jack vs Danny Havoc
Ci buttiamo oggi una scena UV poco nota, quella tedesca, capeggiata ovviamente dalla wXw. Una wXw profondamente diversa da quella attuale, molto più sporca, underground, ma dall’enorme fascino e attrazione internazionale (uno dei tre vertici del Triangle League con CZW e BJW).
Qua il lottatore simbolo della Germania ultraviolent, Thumbtack Jack, si trova contro un grande lottatore americano, seppur con una chioma imbarazzante, come Danny Havoc. Tra l’altro, TJ è al secondo match di serata, quindi dai presenta in condizioni non ottimali. L’incontro è ottimo, c’è il mix perfetto tra spettacolarità degli spot e violenza nell’uso delle armi. Si vede un po’ di tutto, tra neon, sedie, tavoli e oggettistica varia (molto varia, è pur sempre un fans bring weapons) e ogni singolo oggetto è sfruttato al massimo delle potenzialità, per avere la meglio sul rivale, spostando il limite sempre un po’ più in là.
Ve lo consiglio, merita anche solo per il nome dell’evento.
Spoiler:
https://www.bilibili.com/video/BV16s411c7kr?p=3 *è il primo match della terza parte*

168 di 365
27/08/2012 FREEDOMS/Jun Kasai Produce Pain In Limit 2012; Jun Kasai vs MASADA
Passiamo ad un’altra categoria di deathmatch, forse quella più ostica, perchè questo tipo di incontro accantona la spettacolarità per dare risalto all’istinto, al sadismo puro, alla violenza distillata, slegata da tutto il contorno di wrestling.
Questo è quello che si vede in Kasai vs MASADA. Pochi, seppur impressionanti, spot, tanta tanta violenza allo stato massimo. Ci sono immagini solo per persone forti, tipo l’americano che apre la fronte del rivale con un taglierino o l’uso intensivo di placchette metalliche affilate. Queste sono esempio chiaro di ciò che vuole essere l’incontro: poche cose, usate in maniera normale, quasi noiosa, che però risultano letali nella loro brutalità e efficacia.
Se di solito, consiglio deathmatch solo agli amanti del genere, qua mi ripeto a maggior ragione e con forza. Uno spettacolo allucinante, ma è un qualcosa di diverso, che comunque rappresenta un’ulteriore faccia del mondo ultraviolent.
Spoiler:

169 di 365
03/06/2017 GCW Tournament Of Survival 2; Nick Gage vs Matt Tremont
Questo incontro è un po’ un riassuntone di tutto quello che abbiamo visto fino ad ora. C’è la tensione del filo spinato, c’è l’ambito del torneo, c’è la presenza massiccia di tubi al neon, ci sono grandi spot e c’è anche violenza pura.
Inoltre, a sfidarsi ci sono due istituzioni della categoria, due wrestler fondamentali per la crescita dell’ultraviolent negli anni 10 e per il boom della Game Changer Wrestling. Il match è molto intenso e molto bello, i due si tirano addosso le peggio bombe (e dire che era per entrambi il terzo match di serata) con risultati diversi a seconda del momento: no selling a cazzo duro all’inizio, distruzione alla fine. Proprio su questi temi vive la parte conclusiva dell’incontro: la resistenza ad oltranza alle mosse distruttive e alla grande quantità di sangue versato.
Una grande prova di due deathmatcher storici.
170 di 365
11/08/2019 Zona 23 Deshuesadero Bloodsport 23; Sadika vs Sadik Maiden
Abbiamo aperto con un match joshi, chiudiamo la settimana con il secondo che coinvolge delle ragazze. Questa volta ci spostiamo in Messico, per la precisione a Tultitlan, nella suggestiva cornice della Zona 23. Un’ambientazione che ricorda quelle da picchiaduro, una sorta di cimitero per automobili che evoca inseguimenti e scontri da serie tv.
Le due si integrano perfettamente nello stile della promotion, fatto di grandi spot, di uso intensivo delle peculiarità dell’ambiente, in particolare delle macchine o di parti di esse. C’è molto equilibrio, ad ogni azione segue una reazione uguale e contraria, cosa molto strana su un ring di wrestling, ma tipica in Zona 23, in cui si vedono spesso spottoni consecutivi da entrambe le parti. C’è anche tanta violenza, non nel sangue (che comunque c’è), quanto nell’intensità e nella pericolosità degli spot (ce n’è uno in cui pensi che Sadik sia morta).
Un grande incontro ultraviolent, che mostra l’ennesimo volto diverso che può assumere questo stile.
Spoiler:

Rispondi