Let's sail with the Pirate Princess: THE KAIRI HOJO STORY ⎈⎈

Il forum principale di Tuttowrestling: il posto giusto per discutere di wrestling (WWE, TNA e quant’altro) insieme agli altri appassionati.
Avatar utente
poppo the snake
Messaggi: 1747
Iscritto il: 18/02/2012, 14:38
Città: Mirano
Località: Mirano
Has thanked: 116 times
Been thanked: 110 times
Contatta:

Re: Let's sail with the Pirate Princess: THE KAIRI HOJO STORY ⎈⎈

Messaggio da poppo the snake »

El Principe ha scritto: 31/05/2020, 2:09 Non penso di dover specifcare di chi sto parlando :cool
Non riesco proprio ad immaginarlo.

Uno Matsuya?
Tae Honma?
Ayako Hamada?
Momo Watanabe?
Iroha Takumi?

Mimi Hagiwara?
Emi Sakura?
Rina Yamashita?
Dalys?
Akane Fujita?

Non saprei proprio :boh1:



Avatar utente
El Principe
Messaggi: 743
Iscritto il: 03/05/2016, 19:40
Località: Sardinna
Has thanked: 96 times
Been thanked: 105 times

Re: Let's sail with the Pirate Princess: THE KAIRI HOJO STORY ⎈⎈

Messaggio da El Principe »

Torniamo a Kairi Hojo, ma prima una notizia. Quel signore di prima, che ha lanciato un insulto grave e gratuito alla Divina, è stato già arrestato. Il forum è controllato e abbiamo già mandato la polizia a casa di questo signore; dovrà rendere conto di quello che ha detto, provare e documentare. Intanto adesso è in galera.

Dopo il ritiro di Natsumi Showzuki, e di conseguenza i titoli tag resi vacanti dopo solo un mese, Kairi ha continuato la rivalità contro le Kimura Monster-Gun. Lo ha fatto in trio con Kaori Yoneyama, freelancer di grande esperienza da sempre usata in Stardom per fare da chioccia alle giovani, e Yuhi, giovane wrestler della ZERO-1 luce degli occhi del suo mentore, Ikuto Hidaka, e sempre di casa da Fuka. Quest'ultima Le buscherà da Kana in un match da 40 minuti che purtroppo non riesco a trovare.

Immagine
Una giovinetta che sfida Kana. Come si permette?

Le tre conquistano i titoli trios, i multicolorati Artist of Stardom, contro Kyoko Kimura, Christina Von Eerie e Hailey Hatred in un match per la riassegnazione. I titoli erano stati resi vacanti a causa dell’infortunio al collo di Act Yasukawa, prima campionessa con Natsuki Taiyo e Saki Kashima.
Immagine


I titoli non valevano granché e non erano mai stati difesi dopo il match in cui erano stati assegnati. Ma con Kairi and company le cose cambiano. Non si trovano tanto facilmente i match di quel regno titolato, che sarà interrotto, manco a dirlo, dalle Monster-Gun in formazione Kyoko Kimura, Alpha Female, e Female Predator Amazon. Tuttavia, io sono riuscito a recuperare la difesa migliore in versione Samurai TV (solo il meglio), contro Act Yasukawa, Natsuki Taiyo e Yoshiko. Di Natsuki Taiyo abbiamo già detto. Di Act e Yoshiko ne parleremo prossimamente, a proposito del famoso affaire del loro match di febbraio 2015, ma non solo visto che la storia personale della Yasukawa è molto interessante. Questo match non si inserisce in una vera rivalità tra i trio, ma è funzionale allo split di Act, che verrà abbandonata dalle altre due per avvicinarsi a Kyoko Kimura nel percorso che porterà alla nascita dell’Oedo-Tai.

IL MATCH



Il match è molto veloce e con tanti cambi di fronte. Il ritmo si impenna soprattutto quando sul ring c’è Natsuki Taiyo. La storia si basa tutta su Act, dominata dalle campionesse fino a quando non riesce a dare il tag alle due che la ignorano. Il finale segue la scia, con la Yasukawa che chiede di entrare quando la situazione è in controllo, viene usata come arma con poco rispetta e, come se non bastasse viene massacrata dal trio rivale e beffata da Kairi. Qualche imprecisione, soprattutto di Yuhi e Kairi, ma va bene e si vedono progressi.

Immagine

Dopo questo match Kairi partecipa al secondo 5 Star Gran Prix, per capirci, il torneo in stile climax. Questa volta chiuderà con un risultato dignitoso, anche senza essere in lotta per vincere. Ma proprio la vincitrice del torneo, la capa Nanae Takahashi, al tempo anche campionessa tag con Miho Wakizawa (dopo aver vinto un mini torneo di riassegnazione in seguito al ritiro di Showzuki) decide di prendere Kairi sotto la sua ala. Insieme partecipano alla breve tag league (due giorni a eliminazione diretta) di quell’anno: un trucco per non rischiare di mettere in palio le cinture nel torneo (come in genere succedeva)? Non possiamo saperlo, anche se alla fine le vincitrici Act Yasukawa e Kyoko Kimura andranno per i titoli allo show di Natale a Osaka. Comunque, ci vediamo il quarto di finale, contro una Io Shirai Red Champion, già fantastica ma da sgrezzare in alcune cose, e una giovane e rampante Takumi Iroha, con pochi mesi di carriera ma comunque a un livello già buono.


Il match scorre che è un piacere, 17 minuti che volano. Le protagoniste che tengono tutto insieme sono Io Shirai, colpevole comunque di qualche errore nel selling, e Nanae Takahashi. Takumi Iroha è ovviamente isolata come l'anello debole, ma riesce a piazzare le sue bombe, anche grazie all'aiuto Io. Il finale arriva un po' improvviso. Kairi fa il suo bene. Su certe mosse la pulizia d'esecuzione è ancora migliorabile ma la crescita prosegue anche sotto questo punto di vista. La prossima volta vedremo i miglioramenti in un single match importante, prima di passare al regno da Goddesses of Stardom con Nanae e vedere alcuni dei migliori match della storia della federazione.
Ultima modifica di El Principe il 13/12/2020, 1:30, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
poppo the snake
Messaggi: 1747
Iscritto il: 18/02/2012, 14:38
Città: Mirano
Località: Mirano
Has thanked: 116 times
Been thanked: 110 times
Contatta:

Re: Let's sail with the Pirate Princess: THE KAIRI HOJO STORY ⎈⎈

Messaggio da poppo the snake »

Scarcerato, il fatto non sussiste :boh1: (e comunque si sa che lo dici perchè vendi la droga ad Utami in Piazza Aspromonte eccetera eccetera).

Anyway, belli questi due match e bella la panoramica visto che si sono nomi di tutto rispetto: a parte la Shirai, Act era bravissima a lavorare il pubblico, sia da face che da heel abbinando ottimamente acting e un workrate anche creativo (e questo che abbiamo visto ne è un assaggio).

Takumi Iroha se tornasse in Stardom avrebbe solo da guadagnare ora, visto che è la nuova bestia nera di Mayu e a tal proposito la Marvelous ha pubblicato sul tubo il loro precedente di due anni fa (era un champ vs champ interpromozionale) che merita il recupero.

Ah c'era anche la balena del cazzo, ma direi di passare oltre .

Su Kairi qui ha mostrato netti miglioramenti in fatto di posizionamento e timing, tant'è che nel trios è quella che ha lottato di più, mentre nel tag ha dovuto gioco forza lasciare di più la scena alla padrona di casa (pregio e difetto comune di tanti grandi nomi del passato). Qui ci sono anche delle ottime combinazioni, su tutte l'elbow drop assistito da una parte ed il vertical trasformato in diving footstomp dall'altra.

Ecco però sul trios una considerazione: a differenza della categoria tag, ripensando ai match di questi ultimi due anni ho idea che sia andata un po' persa la psicologia di gruppo in favore degli scontri tra i singoli elementi dei gruppi; non parlo di mosse combinate, parlo proprio di situazioni come questa, i tre contro una, la compagna usata come arma (questo magari ogni tanto lo ripropongono ma in versione più soft) o i clash of styles tra le unit.
Tu che dici?

Avatar utente
Emperador Horace
Messaggi: 9652
Iscritto il: 23/12/2010, 16:56
Località: Volevo fare l'esperto della lucha libre, così nessuno capiva che dicevo ♥♥♥♥♥
Has thanked: 103 times
Been thanked: 233 times

Re: Let's sail with the Pirate Princess: THE KAIRI HOJO STORY ⎈⎈

Messaggio da Emperador Horace »

Kana vs Yuhi non mi ricordo se fu registrato o trasmesso, ma non si trova traccia di review online.
In realtà mi pare che sul momento circolasse, perché ricordo che in giro fu raccomandato, ma ho trovato solo un link non funzionante su un profilo facebook che credo sia quello della stessa Yuhi.

All'epoca lo volevo vedere, oggi per spararmi 40 minuti devi promettermi scintille o passo, o guardo skippando.
In più considero Kana assolutamente tra le Top 3 della sua generazione per carisma e presenza scenica, ma come performer sul ring l'ho sempre trovata meno variegata delle sue colleghe di rango superiore al resto, e la cosa nei match lunghi finisce per notarsi.

Avatar utente
El Principe
Messaggi: 743
Iscritto il: 03/05/2016, 19:40
Località: Sardinna
Has thanked: 96 times
Been thanked: 105 times

Re: Let's sail with the Pirate Princess: THE KAIRI HOJO STORY ⎈⎈

Messaggio da El Principe »

Horass, non dovrebbe essere stato registrato. Cagematch lo confermerebbe, anche se aldilà della roba che va su Samurai o Gaora, e al limite su niconico, in questa info non è sempre affidabile. Anche io per vedere match così lunghi adesso devo essere nel giusto mood, ma questo penso che riuscirei a vederlo filato senza problemi perché Kana mi tiene incollato per la sua capacità di non essere noiosa anche con il suo Yuki Ishikawa shoot-style. È anche vero che sia meno variegata, ma secondo me è tra le migliori anche sul ring proprio per la particolarità del suo stile, ne avevamo già accennato. E poi credo che Yuhi abbia fatto il suo per riempire il match, da alcune foto che ho trovato pare sia stata una bella guerra.

poppo the snake ha scritto: 02/06/2020, 22:22 Ecco però sul trios una considerazione: a differenza della categoria tag, ripensando ai match di questi ultimi due anni ho idea che sia andata un po' persa la psicologia di gruppo in favore degli scontri tra i singoli elementi dei gruppi; non parlo di mosse combinate, parlo proprio di situazioni come questa, i tre contro una, la compagna usata come arma (questo magari ogni tanto lo ripropongono ma in versione più soft) o i clash of styles tra le unit.
Questo in genere è vero, però alla fine anche prima non era poi così diverso, aldilà di questo match con Act. Lo stile con cui combattono questi match è più o meno sempre lo stesso: un tentativo di ricreare i 3 vs 3 Dragon Gate, dunque ritmo alto e risposte colpo su colpo, anche a scapito della psicologia. Poi a volte riescono bene, altre no, anche perché non tutte si possono permettere certe velocità. Ma, come detto, ci sono le eccezzioni. Per esempio mi ricordo un Tokyo Cyber Squad vs STARS di un annetto, fa basato sul tre contro uno su Konami, che ritengo il miglior 3 vs 3 in Stardom degli ultimi anni.

Il valore generale dei titoli trios non aiuta: vengono difesi spesso ma servono solo per abbellire una unit o per dargli subito credibilità come le Donne del Mondo, ma è lì che dovrebbero metterci più creatività per creare storie più varie. Anzi, adesso va anche meglio rispetto, per esempio, a quando lo avevano le tre moschettiere, nel 2016, palesemente con l'unico scopo di farle finire sul topic di Geno sui wrestler sepolti di cinture in un dato momento. E poi nel 2017 e 2018 hanno rimbalzato troppo, sembravano i ridicoli titoli NEVER di New Boringlandia.

Avatar utente
poppo the snake
Messaggi: 1747
Iscritto il: 18/02/2012, 14:38
Città: Mirano
Località: Mirano
Has thanked: 116 times
Been thanked: 110 times
Contatta:

Re: Let's sail with the Pirate Princess: THE KAIRI HOJO STORY ⎈⎈

Messaggio da poppo the snake »

El Principe ha scritto: 04/06/2020, 13:36 Questo in genere è vero, però alla fine anche prima non era poi così diverso, aldilà di questo match con Act. Lo stile con cui combattono questi match è più o meno sempre lo stesso: un tentativo di ricreare i 3 vs 3 Dragon Gate, dunque ritmo alto e risposte colpo su colpo, anche a scapito della psicologia. Poi a volte riescono bene, altre no, anche perché non tutte si possono permettere certe velocità. Ma, come detto, ci sono le eccezzioni. Per esempio mi ricordo un Tokyo Cyber Squad vs STARS di un annetto, fa basato sul tre contro uno su Konami, che ritengo il miglior 3 vs 3 in Stardom degli ultimi anni.

Il valore generale dei titoli trios non aiuta: vengono difesi spesso ma servono solo per abbellire una unit o per dargli subito credibilità come le Donne del Mondo, ma è lì che dovrebbero metterci più creatività per creare storie più varie. Anzi, adesso va anche meglio rispetto, per esempio, a quando lo avevano le tre moschettiere, nel 2016, palesemente con l'unico scopo di farle finire sul topic di Geno sui wrestler sepolti di cinture in un dato momento. E poi nel 2017 e 2018 hanno rimbalzato troppo, sembravano i ridicoli titoli NEVER di New Boringlandia.
Si forse è vero, però non so, ho come l'impressione che oltre alla velocità degli scambi sia venuto a mancare anche qualcosa a livello di acting (spesso vedo che su questo aspetto ricorrono quasi solo alle party comedy iniziali) e di storytelling vero e proprio. E si che le performer ci sono, così come non si può dire che manchino le storie.

Di carino comunque ricordo quello in cui Tam vinse il suo primo titolo qualche anno fa (non trascendentale ma solidissimo sotto questo aspetto).

Comunque credo anch'io che incida ilo scarso valore che danno alla categoria di per sè, però ecco la Ice Ribbon senza categoria e con un roster molto più ridotto gli da le piste (anche qui torniamo al discorso fatto inprecedenza sull'impostazione e le influenze di altri stili).
Emperador Horace ha scritto: 03/06/2020, 14:30 In più considero Kana assolutamente tra le Top 3 della sua generazione per carisma e presenza scenica, ma come performer sul ring l'ho sempre trovata meno variegata delle sue colleghe di rango superiore al resto, e la cosa nei match lunghi finisce per notarsi.
Per curiosità quali sono quelle che reputi migliori sotto quell'aspetto?

Avatar utente
Emperador Horace
Messaggi: 9652
Iscritto il: 23/12/2010, 16:56
Località: Volevo fare l'esperto della lucha libre, così nessuno capiva che dicevo ♥♥♥♥♥
Has thanked: 103 times
Been thanked: 233 times

Re: Let's sail with the Pirate Princess: THE KAIRI HOJO STORY ⎈⎈

Messaggio da Emperador Horace »

Arisa Nakajima sicuro.

Poi avendo scritto "della sua generazione" mi sono intortato da solo, perché Nanae Takahashi e Meiko Satomura hanno iniziato prima, ma vabbe', sono state al top nello stesso periodo e quindi ce le metto.
Ai punti probabilmente pure le Shirai.

Poi ci sarebbero lottatrici meno blasonate che però almeno in quel campo trovo più interessanti. Tra un match medio/random di Kana e uno della Shida o di Ayumi Kurihara, è più probabile che scelga le altre.

Comunque questo sarebbe un argomento da Torneo Joshi, ero convinto di aver postato i gironi in qualche era del passato, e invece solo una lista, pure incompleta e schiferrima :schifato:

viewtopic.php?f=45&t=46651&p=1877123&hi ... a#p1877123

avevo altresì proposto il tabellone mondiale
viewtopic.php?f=45&t=46651&p=1906640&hi ... a#p1906640

Tra l'altro oggi non prenderei nemmeno in considerazione un torneo joshi senza Saika Takeuchi.

Avatar utente
poppo the snake
Messaggi: 1747
Iscritto il: 18/02/2012, 14:38
Città: Mirano
Località: Mirano
Has thanked: 116 times
Been thanked: 110 times
Contatta:

Re: Let's sail with the Pirate Princess: THE KAIRI HOJO STORY ⎈⎈

Messaggio da poppo the snake »

Emperador Horace ha scritto: 04/06/2020, 21:11 Arisa Nakajima sicuro.

Poi avendo scritto "della sua generazione" mi sono intortato da solo, perché Nanae Takahashi e Meiko Satomura hanno iniziato prima, ma vabbe', sono state al top nello stesso periodo e quindi ce le metto.
Ai punti probabilmente pure le Shirai.

Poi ci sarebbero lottatrici meno blasonate che però almeno in quel campo trovo più interessanti. Tra un match medio/random di Kana e uno della Shida o di Ayumi Kurihara, è più probabile che scelga le altre.

Comunque questo sarebbe un argomento da Torneo Joshi, ero convinto di aver postato i gironi in qualche era del passato, e invece solo una lista, pure incompleta e schiferrima :schifato:

viewtopic.php?f=45&t=46651&p=1877123&hi ... a#p1877123

avevo altresì proposto il tabellone mondiale
viewtopic.php?f=45&t=46651&p=1906640&hi ... a#p1906640

Tra l'altro oggi non prenderei nemmeno in considerazione un torneo joshi senza Saika Takeuchi.
Almeno una volta nella vita siamo tutti Saika Takeuchi.

Il torneo sarebbe bello solo se a un certo punto c'è l'abbinamento Asuka contro ASUKA.

Avatar utente
El Principe
Messaggi: 743
Iscritto il: 03/05/2016, 19:40
Località: Sardinna
Has thanked: 96 times
Been thanked: 105 times

Re: Let's sail with the Pirate Princess: THE KAIRI HOJO STORY ⎈⎈

Messaggio da El Principe »

Abbiamo visto Kairi Hojo nel quarto di finale della tag league Stardom 2013 contro Io Shirai e una giovanissima Takumi Iroha, preludio del team di grande successo che Kairi avrebbe formato con Nanae Takahashi: le 7Kairi. Comunque, prima di vedere i migliori match del periodo in tag con la boss (serviranno almeno due appuntamenti), direi di analizzare la prestazione di Kairi in un match singolo importante, per osservare meglio i suoi miglioramenti. L’occasione è la sfida per la White Belt detenuta da Act Yasukawa, allo show per il terzo anniversario della Stardom del 26 gennaio 2014. Per fare un raffronto, è passato poco più di un anno dall’ultimo match singolo importante, quello contro Yuzuki Aikawa, sempre per il Wonder of Stardom Title, che abbiamo visto. È proprio la Shodai White Champion a fare da madrina all’incontro, dopo che Kairi le aveva chiesto di testarla facendosi dare un sonoro calcio alla schiena per dimostrare la sua forza a un incontro con la stampa qualche giorno prima al Korakuen, con anche un confronto con Act.


Qui Act era ormai dentro le Monster-Gun di Kyoko Kimura, con cui aveva vinto la sopracitata tag league e sfidato Nanae e Miho Wakizawa per i titoli Goddesses. La sfida di Kairi, dunque, è l’evoluzione naturale della sua grande rivalità contro il gruppo. Prima di passare al match, vorrei dire qualcosa sulla campionessa, Act Yasukawa. Però non sull’affaire YOSHIKO, che sarà approfondito quando vedremo gli effetti che avrà sulla carriera di Kairi.

Immagine
Act con il rum, che usava sputare addosso a fortunati in prima fila

Act Yasukawa ha debuttato nel febbraio 2012, nello stesso periodo di Kairi, di cui è stata compagna di Dojo. Lei però è riuscita ad emergere più in fretta in singolo, grazie al suo carisma e a un personaggio più marcato, che la rappresentava in pieno e che ha fatto suo da subito. La storia personale di Act parte dalla prefettura di Aomori, dove è nata e da cui si è spostata con la famiglia a causa del lavoro del padre. Da adolescente ha avuto una vita difficile, tra problemi alla tiroide (la malattia di Graves) che l’hanno portata a perdere quasi la vista all'occhio destro (diventato parte integrante del suo personaggio, con l’uso di una benda in tributo a Date Masamune, samurai che la indossava) e episodi di bullismo. Per questi motivi, e una depressione generale, arriverà a tentare il suicidio e a vivere da hikikomori, chiusa in casa senza rapporti sociali.

Il trailer di Gamushara, il documentario sulla vita di Act

Da piccola Act sognava di diventare Samurai, un sogno che i suoi genitori hanno cercato di alimentare facendogli praticare il kendo, l’arte marziale giapponese praticata con le spade di bambù erede degli insegnamenti trasmessi nelle scuole in cui venivano addestrati proprio i samurai. La prima svolta nella sua vita è la scoperta, partecipando per caso a delle prove del club scolastico di recitazione, di avere un talento per la recitazione, grazie alla quale, piano piano, si riprende la salute psicofisica. Dopo la fine della scuola insegue questa sua passione, partecipando a diverse produzioni, nonostante un costante senso di spossatezza fisica dovuto alla malattia. La seconda svolta è la sua comparsa in Wrestler Girls, produzione in cui recitava anche Yuzuki Aikawa, che la segnala a Fuka. Da qui inizia la sua carriera da wrestler, allenandosi al massimo per superare i limiti fisici e per realizzare il suo sogno e essere, su un ring di wrestling, un vero guerriero Samurai. E lo ha fatto anche prendendo una medicina che, come effetto collaterale, potrebbe non consentirgli di avere mai dei figli, come raccontato da lei stessa nell’intervista concessa al blog prowrestlingisart (da recuperare obbligatoriamente), fonte di moltissime info.

Immagine

IL MATCH


Il punto fin dall’attacco iniziale è il lavoro di Kairi alla schiena della campionessa. Act risponde con mosse di sottomissione che, tuttavia, non riesce a chiudere proprio per il forte dolore alla schiena. Bene, finalmente, l'intensità di Kairi negli scambi di colpi diretti. Comunque i miglioramenti sono evidenti anche nella pulizia di esecuzione, oltre che nel mandare avanti la struttura del match, per una volta diversa da quella dell'underdog che affronta un avversario più scafato. Anzi, qui l'underdog è proprio la campionessa, che resiste anche al diving elbow drop alla schiena e se la cava pescando un jolly dal cilindro.

BONUS
Un simpatico video promo per un tag match che hanno fatto un mesetto dopo come strana coppia a un evento secondario al Shin-Kiba.


Avatar utente
poppo the snake
Messaggi: 1747
Iscritto il: 18/02/2012, 14:38
Città: Mirano
Località: Mirano
Has thanked: 116 times
Been thanked: 110 times
Contatta:

Re: Let's sail with the Pirate Princess: THE KAIRI HOJO STORY ⎈⎈

Messaggio da poppo the snake »

Giusto sottolineare intensità e pulizia d'esecuzione (anche nella spear che nei precedenti era stata la mossa più tragicomica che altro), aggiungerei anche la maggior naturalezza del selling e della mimica, non a caso finalmente il pubblico inizia a sotenerla di più, pur avendo di fronte un'avversaria nettamente più carismatica.

Poi va detto, altrettanto merito va ad Act che vende benissimo il lavoro alla schiena e tiene unita dal canto suo l'azione bilanciando le fasi e dando coerenza con le sue submission belle da vedere e tutte incentrate negli stessi punti del corpo.

Tanto per ricordare di cosa ci ha privati quel bilico di merda ambulante

Avatar utente
El Principe
Messaggi: 743
Iscritto il: 03/05/2016, 19:40
Località: Sardinna
Has thanked: 96 times
Been thanked: 105 times

Re: Let's sail with the Pirate Princess: THE KAIRI HOJO STORY ⎈⎈

Messaggio da El Principe »

Purtroppo, aldilà di YOSHIKO, non credo che la carriera di Act sarebbe andata avanti a lungo, a causa dei suoi problemi di salute. Questo match lo ha tenuto in piedi lei, anche se lo ha condotto più Kairi: è stato una tappa fondamentale della sua crescita.

Di YOSHIKO da fastidio la nonchalance con cui è tornata, sbattendose di quanto detto fino a quel momento, e che non abbia mai dato l'impressione di essersi davvero pentita, oltre alle lacrime dopo la megashitstorm. Poi io non sopporto quelli che insultano YOSHIKO a caso e che la valutano con "0" su cagematch, per quello che può valere, senza averla ne mai vista ne sentita prima del fattaccio e ho anche provato a pensare: "vabbeh se l'ha perdonata Act, non mi sembra il caso di rodersi il fegato dall'altra parte del mondo", ma niente non riesco a sopportarla. Poi dal ritorno è incredibilmente peggiorata, visto che prima era tra le migliori al mondo e ora non si vale una Rina Yamashita.

Ok. Next time, oltre al tag con Nanae ci sarà anche un altro match singolo importante. Oppure ne faccio direttamente due gift e le posto nel nuovo topic per avvicinare gli utenti alla vintage Kairi. In pieno stile, completamente random e senza mezzo contesto :boh1:

Avatar utente
poppo the snake
Messaggi: 1747
Iscritto il: 18/02/2012, 14:38
Città: Mirano
Località: Mirano
Has thanked: 116 times
Been thanked: 110 times
Contatta:

Re: Let's sail with the Pirate Princess: THE KAIRI HOJO STORY ⎈⎈

Messaggio da poppo the snake »

El Principe ha scritto: 16/06/2020, 0:38 Purtroppo, aldilà di YOSHIKO, non credo che la carriera di Act sarebbe andata avanti a lungo, a causa dei suoi problemi di salute. Questo match lo ha tenuto in piedi lei, anche se lo ha condotto più Kairi: è stato una tappa fondamentale della sua crescita.
Oddio, può essere, però magari qualche anno in più ce lo avrebbe regalato e forse sarebbe rimasta nel giro.

Di sicuro non meritava di chiudere così la carriera.

Per il resto concordo che non sia giusto svalutare il suo lavoro sul ring prima dell'incidente, però è anche vero che da lì in poi è stata una rovinosa caduta sotto tutti i punti di vista: tecnicamente ha perso tantissimo perchè si è buttata sullo striking selvaggio a cazzo di cane per via della sua attitude (marciandoci sopra suquanto successo, ecco perchè sta sul cazzo), atleticamente è diventata mobile quanto il gabibbo, aggiungi che non manda over nessuno tranne le Nanae e la Ozaki....
El Principe ha scritto: 16/06/2020, 0:38 Oppure ne faccio direttamente due gift e le posto nel nuovo topic per avvicinare gli utenti alla vintage Kairi. In pieno stile, completamente random e senza mezzo contesto
Le gif sono il passato, ora si va di twit a cazzo e senza commento.

Io sono vecchio, perciò contribuirò postando immagini ASCII

-------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------::-:::++++::::-----------------------

--------------------------------------:**++++***=###=+::+++++:-----------------

------------------------------------+*=**=###==#==#@@=**==**==*+---------------

----------------------------------+*===****=*===#@###@@@#******=*:-------------

---------------------------------+==##*++*+***=#===@@@@@@##*+**+**:------------

-------------------------------:*=##=*+**********=####@@@@===+++**+:-----------

-------------------------------*=##=**=*=**++****====##@#@#=*=+:+**+:----------

------------------------------+*##=*=*===***=**+=+**==###@##*++*:+*+:----------

-----------------------------:*==****==**====**++******==*==***+++++::---------

-----------------------------+*=++**======##**+**===*+++++***===++::-----------

-----------------------------+**+**======##=***====**=*:::+====#*+:::----------

----------------------------:+*++==*#===#@=***====*==*:::::*==###++::----------

----------------------------:*++*=*=====@=**=====*==**+::::+*####=+::----------

----------------------------++*+=**#===@#=*====*==+:++*=*+:++=####+::----------

----------------------------:*===*====@#===*+:++=#@@#*#*+++=#####=*+:----------

---------------------------:++=#==#==#@=*=+:::---:*=##*:::**#@#@#==+-----------

---------------------------+*+*##=##=@@*=*+:::---::++::--:***#@###*+-----------

--------------------------:+=**======#@**++++::-:::::::--::****-#=:------------

--------------------------++===*#=====#=*++++::::::+:::--:+*****++-------------

--------------------------+*###*====#===*+++++::::::***+++:+****---------------

-------------------------:+=#@#==****===**++++::::::::+=**====*----------------

-------------------------:*=@W##=***+:+=#=**+++++==***+*:+*+=*-----------------

-------------------------+*#W@@@==****+***==*+++++++++**#=+*-------------------

------------------------*#@@@@@@==*******#@#=*+++++=#=**==*--------------------

----------------------:+++#@#@@@#==***++*==@#@#*++***+:+*==:-------------------

--------------------:+++:+=*+*#@@@#==*===#==#@@@###@=+::++*--------------------

-------------------++++++:++++++*####=*#++**=@#=@@#@@#***:---------------------

------------------+**+++:::::::::+*#==***::++:+::+=@@@#@=*+:-------------------

----------------:+++++:::::::-:::::::*@#=**+::--:::+#@@#@++*=------------------

--------------:+++++::::::::----:::---+#=**::::::::::+*=##+:+#=----------------

-------------++++::::::--:::::::::::---+==**:::::::::::++=+:++:+*--------------

-----------:+++:::::------::::::::++::::+*=**+::::::--::::::::+*:::------------

----------***++:::-------:::::::++++++++++*==*+:::::::-:::::::::**:++----------

--------+==*==#*+::------:::::++++++++++:++*#=***+::::::::::::::+***++---------

-----:=#===**##*=+:+:---::::++++++++::::::::**+*******++:--::::::***+*+--------

----+**+********::=**=*:::+++****++::::::::+*+*++**+**=#=*:--:::***=****:------

--:==**+**+**+**+*#**=**++**===**+::::::++*++*+*****=#@#==*:++:+****+====+-----

:+=**+*+*+:*:++*+*====#@#==##==*+++++++*****+++**========++=::+===#@*++==+-----

+***+=+*+:+++++*:*+*==##@###=**+++++*=*****==+:+****++++=##*:-:*==++=*:+=#*----

Avatar utente
El Principe
Messaggi: 743
Iscritto il: 03/05/2016, 19:40
Località: Sardinna
Has thanked: 96 times
Been thanked: 105 times

Re: Let's sail with the Pirate Princess: THE KAIRI HOJO STORY ⎈⎈

Messaggio da El Principe »

In seguito alla sconfitta con Act Yasukawa, Kairi rafforza il legame con Nanae Takahashi: le due formano il tag team 7Kairi (sette in giapponese si dice anche "nana") con l’intenzione di fare coppia fissa e andare per i titoli Goddesses. Non si tratta più, dunque, di semplici endorsement della veterana alla giovane promettente che si esauriscono nel giro di qualche tag team match negli show minori. Eppure l’inizio non è dei migliori. Il primo tentativo di sottrarre i titoli tag alle odiate rivali, le campionesse Kyoko Kimura e Alpha Female, non va a buon fine: il 16 marzo 2014, all’evento Stardom The Highest, le Monster-Gun hanno la meglio, con l’imponente tedesca che spazza via proprio Kairi.

Immagine

Nanae Takahashi non riesce perciò a vendicarsi riprendendosi subito le cinture, che aveva perso con Miho Wakizawa la sera in cui Kairi affrontava Act al Korakuen. A fine aprile le due reclutano Koguma, 16enne dal talento cristallino che aveva debuttato un anno prima (e che si ritirerà un anno dopo per questioni private non legate a infortuni), e sfidano Hiroyo Matsumoto, Mayu Iwatani e Miho Wakizawa per i titoli Artist of Stardom. Ma anche questa volta non va bene. Dopo un breve tour in Messico, dove Kairi, Io Shirai e Mayu Iwatani debuttano alla storica monumental Arena Mexico a Dragon Mania (l’annuale big event della Toryumon Mex di Ultimo Dragon), l’estate le 7Kairi possono affinare la loro intesa facendo spesso coppia.

Immagine
Koguma contro Mayu al Cindarella 2015, la miglior finale nella storia del torneo

L’occasione per prendersi la rivincita sulle Kimura Monster-Gun arriva il 10 agosto, all’evento Stardom X Stardom al Korakuen. Tutta la preparazione però potrebbe non bastare, per questo le due si recano al dojo della ZERO1 (luogo mistico in cui si svolgono, tra le altre cose, le conferenze stampa esplosive di Onita) dove Kairi apprende i segreti della sliding-d dal suo più celebre esecutore: la leggenda ex FMW e ECW Masato Tanaka. Il vecchio leone dà la sua benedizione a Kairi per l’uso della mossa, mentre lei ringrazia, raccoglie l’eredità e porge rispetto. Ci rimette solo Nanae, costretta a beccarsi le sliding-d d’addestramento da Kairi e Masato.

IL MATCH

Il match è una bella guerra con continui cambi di fronte, con le 7Kairi che rispondono, con una serie di comeback, alle cattive che dominano grazie alla stazza della tedesca e alle scorrettezze e alle furberie di Kyoko. Il fulcro del tutto sono, coerentemente con quanto detto prima, le gomitate di Kairi: nello striking e con mosse come la sliding-d e il diving elbow drop. In particolare vengono incastrate in diverse manovre combinate con Nanae. Alla fine, dopo che Kairi resiste a diverse bombe di Alpha Female, anche grazie al salvataggio della partner, le due riescono a isolare la cattivissima gaijin, che iniza a mostrare segni di cedimento. La fase conclusiva vede un bello scambio di colpi tra la Hojo e la tedesca, con Kairi incisiva come non mai nella consistenza della legnate distribuite. Il tutto, ovviamente, apparecchia la sliding-d risolutiva: i mostri sono sconfitti ancora una volta.

Immagine

Nemmeno il tempo di festeggiare che il 24 agosto le due sono una contro l’altra nella prima giornata del 5 Star GP, il torneo in stile climax, al Shin-Kiba 1st RING (Kairi concluderà più che dignitosamente il torneo vinto da Io Shirai). Un scontro in singolo che non avveniva dal match dal terzo match in carriera per Kairi (che abbiamo visto), il 5 febbraio 2012 sempre nella storica buia arena di Tokyo.

IL MATCH


È una Kairi, ovviamente, molto diversa rispetto a quella degli esordi e dimostra di poter combattere alla pari con la leggendaria parner. Oltre che nella struttura del match, differente per una quastione di status, quello che risalta di più è come Kairi sia finalmente padrona del ring nel posizionamento, nel chiamare il pubblico (che la segue sempre) e nella pulizia d'esecuzione. Riguardo l'ultimo aspetto, come abbiamo visto, è stato un processo lungo e graduale, e anche abbastanza lento, ma alla fine anche questo difetto è stato limato. Per il resto il match è breve e arriva suito a costruire il climax finale, con Kairi capace di resistere ad alcune delle migliori manovre dell'avversaria per poi riuscire a sorprenderla in una conclusione che comunque protegge la boss, in pieno Nanae Takahashi-ism style.

Avatar utente
Show No Mercy
Messaggi: 12870
Iscritto il: 22/12/2010, 21:52
Città: torino
Been thanked: 80 times

Re: Let's sail with the Pirate Princess: THE KAIRI HOJO STORY ⎈⎈

Messaggio da Show No Mercy »

Roba Gravure ne ha fatta come Asuka ? Immagine

Avatar utente
El Principe
Messaggi: 743
Iscritto il: 03/05/2016, 19:40
Località: Sardinna
Has thanked: 96 times
Been thanked: 105 times

Re: Let's sail with the Pirate Princess: THE KAIRI HOJO STORY ⎈⎈

Messaggio da El Principe »

No, solo fhotobook. In Stardom è una prassi perché, come detto e spiegato in questo tread, essere Idol e in generale personaggi larger than life, belle come Giulia o con uno stile kawaii come lo aveva Kairi o come quello attuale di Tam Nakano, aiuta ed è anzi una condizione quasi necessaria.

Rispondi