Pazza Inter amala *Official topic* Believe in Parrucchino

Il luogo di dibattito sugli eventi calcistici... Serie A, Champions League, campionati esteri e tutte le altre competizioni. Se volete dire la vostra sullo sport più famoso in Italia... questo è il luogo giusto!
Avatar utente
Mirko_metal_88
Messaggi: 2655
Iscritto il: 03/02/2012, 18:00
Città: T'orino
Località: Torino
Been thanked: 1 time

Re: Pazza Inter amala *Official topic* A Storm of Swords

Messaggio da Mirko_metal_88 » 25/11/2016, 14:39

Diciamo che ho citato la nazionale come esempio più vicino, ma anche il lavoro che sta facendo al Chelsea è straordinario....ovvio che ha dei campioni(ssimi), ma l'anno scorso sembravano una squadra di morti (decimi in campionato dietro a Southampton e Stoke City tra le altre) mentre ora sembrano una schiacciasassi rinata

Non credo sia questione di sfuriate, credo sia questione di dare le giuste motivazioni con le giuste parole...quale siano non lo so, sennò mi sarei già proposto :LOL:



Avatar utente
Evoluted
Messaggi: 1099
Iscritto il: 21/07/2013, 23:33

Re: Pazza Inter amala *Official topic* A Storm of Swords

Messaggio da Evoluted » 25/11/2016, 15:48

best4busine$$ ha scritto:..tutto avrei pensato , ma di trovarmi a venire sbeffeggiato a lavoro per via dell 'Inter anche qua in Canada e' un qualcosa che mi fa venire voglia di andare alla pinetina con bombe a mano e lanciafiamme.

Non ho visto il match , ma credo che a sto punto andro' di " quick recap" fin che non si decidono a mostrare un po' di coglioni.
le nostre figuracce sono arrivate pure in canada? :boccaaperta1:
dimmi almeno che quelli che ti han sfottuto erano italiani :manineicapelli:

Avatar utente
AFM2000
Messaggi: 14998
Iscritto il: 29/02/2016, 20:26
Has thanked: 175 times
Been thanked: 33 times

Re: Pazza Inter amala *Official topic* A Storm of Swords

Messaggio da AFM2000 » 25/11/2016, 16:59

Più che altro Miranda è un giocatore che tende a non c'entrare un cazzo con un'idea offensiva di gioco come può essere quella di De Boer e Pioli, che vogliono far giocare bene la squadra, iniziare l'azione da dietro etc etc. E' un caso che i suoi picchi li ha avuti con Godin nell'Atletico Madrid di Simeone? Palla lunga, concentrazione ai massimi livelli e difesa compatta.

Ora in questo momento è palesemente scazzato e non vuole prendersi evidentemente il carrozzone alle spalle, forse sarà anche arrabbiato per il livello della rosa, un giocatore che veniva da una finale di Champions League, da partite importanti con la Nazionale e ora lotta per obiettivi infimi (di cui è anche lui artefice di questa debacle, attenzione), forse questo lo ha demoralizzato.

Avatar utente
Wednesday
Messaggi: 1372
Iscritto il: 02/01/2014, 14:50
Città: Milano
Has thanked: 18 times
Been thanked: 4 times

Re: Pazza Inter amala *Official topic* A Storm of Swords

Messaggio da Wednesday » 25/11/2016, 17:22

La sensazione é che alla maggior parte dei giocatori interessi davvero poco dell'Inter. E se prima c'era un gruppo di "interisti" che riuscivano a trasmettere la loro fede allo spogliatoio ora manca decisamente. Per dire alla Juve ci pensano Buffon, Bonucci, ecc... invece qui? Boh.

Avatar utente
Mirko_metal_88
Messaggi: 2655
Iscritto il: 03/02/2012, 18:00
Città: T'orino
Località: Torino
Been thanked: 1 time

Re: Pazza Inter amala *Official topic* A Storm of Swords

Messaggio da Mirko_metal_88 » 25/11/2016, 18:06

E questo è (anche) un danno del continuo cambiamento con viavai di allenatori e giocatori...quelli qui da più tempo (come Palacio) non hanno il carisma necessario per essere leader (e non sono manco in primissima squadra).

Tutto ciò mi riporta su ciò che ho scritto qualche ora fa: servirebbe un allenatore (volendo anche un presidente ma beh, sappiamo che è impossibile) che riesca a ricordare/convincere/far capire ai suddetti giocatori che sono nati con in dotazione 2 coglioni a testa.

Dai che a fine anno arriva il Cholo e si porta dietro Carrasco :divertito1:

Avatar utente
best4busine$$
Messaggi: 6626
Iscritto il: 04/08/2014, 19:31
Località: the best there is, the best there was, the best there ever will be.
Has thanked: 71 times
Been thanked: 72 times

Re: Pazza Inter amala *Official topic* A Storm of Swords

Messaggio da best4busine$$ » 25/11/2016, 21:03

Evoluted ha scritto:
le nostre figuracce sono arrivate pure in canada? :boccaaperta1:
dimmi almeno che quelli che ti han sfottuto erano italiani :manineicapelli:
..macche', 2-3 sudamericani , un ungherese e un portoghese. Il brutto e' che con il fuso orario nostro le partite di coppa le fanno quando sono al lavoro , quindi oltre a nn poterle vedere ma solo aggiornarmi sui risultati , mi tocca anche prendere gli sberleffi live .

E siccome io delle squadre loro e dei campionati loro nn so un cazzo , manco posso ricambiare il favore, a parte dicendogli che del loro "soccer" non so niente perche' nn seguo il calcio del terzo mondo (ovviamente sanno che scherzo ). :sorridente:

Avatar utente
christian4ever
Messaggi: 35850
Iscritto il: 13/04/2011, 13:58
Città: Napoli
Località: Napoli
Has thanked: 28 times
Been thanked: 98 times

Re: Pazza Inter amala *Official topic* A Storm of Swords

Messaggio da christian4ever » 26/11/2016, 10:29

ModalitàMancioAvevaRagioneOn
Ripeteva mesi fa
"Dzeko è molto forte, 'mazza!"
"Banega? Bravo ma dove lo metto?"
"In A uno come Yaya non l'han mai visto"
"Handa? Vendere
(Da Zazzaroni)
ModalitàMancioAvevaRagioneOff
Potrei dire che lui aveva detto che Banega è tatticamente non inquadrabile, che Yaya Tourè non era per niente finito, che questa squadra aveva bisogno di personalità più che di tecnica, ma non è questo il punto.

Io posso anche non essere d’accordo, ed effettivamente non lo sono perché preferivo di gran lunga il progetto che stava portando avanti de Boer, ma bisogna purtroppo prendere atto che, alle condizioni attuali, con la Società attuale (e passata, perché nulla è cambiato), con la piazza attuale, questa squadra ha bisogno dei Mancini e degli Yaya Tourè.

La reputo una sconfitta, intendiamoci, perché se per fare bene hai bisogno unicamente di Tizio o di Caio, quando di persone del loro stesso livello e anche di più ce ne sarebbero a centinaia, vuol dire che c’è qualcosa che non va.

Ma siccome né io né voi possiamo cambiare questo atavico modus operandi, allora diamo un colpo al cerchio ed uno alla botte senza fare troppi sofismi.

Mancini aveva capito che quest’anno la Juve non era imbattibile. La frase “con Tourè avremmo vinto lo scudetto” mi sembrò all’epoca una provocazione dettata dall’amarezza della conclusione dell’esperienza nerazzurra, oggi non ne sono più così convinto.

Indipendentemente dal fattore tecnico, quanto servirebbero oggi a centrocampo carisma, leadership, esperienza e fisicità?

Ma soprattutto, Mancini già dall’anno scorso aveva capito che il problema di questa squadra non sono né i terzini, né Miranda e Murillo, né Medel, né Icardi e nemmeno il modulo tattico.

Il problema di questa squadra è la fragilità emotiva.

Questa cosa sembra essere il segreto di Pulcinella, eppure tutti ancora si ostinano a dare contro ora a Murillo, ora a D’Ambrosio, ora a Medel, senza mai fermarsi a pensare come mai così tanti nostri giocatori si trovino in una condizione psicofisica così drammatica quando in altri contesti (vedi Nazionali, vedi squadre passate) performavano e performano in maniera completamente differente.

Contro gli israeliani ho notato, ma non era la prima volta, la mole industriale di passaggi e di stop elementari sbagliati, a differenza di loro (!) che non hanno mai sbagliato neanche un colpo di tacco. Come è possibile? Davvero è colpa del fatto che Nagatomo è una merda e Brozovic è scostante? Intendiamoci, alcuni giocatori sono effettivamente inadeguati per l’Inter, ma non possono essere così tanti.

Guardo la rosa della Roma e la trovo infinitamente più incompleta e lacunosa della nostra in molti reparti. Infinitamente.

Io credo proprio che Mancini avesse capito che questa squadra non può dominare le partite ed avere un approccio offensivo, ma non perché non abbia i calciatori in grado di farlo da un punto di vista tecnico-tattico, tutt’altro, ma perché non è in grado psicologicamente di reggere l’urto.

Per attaccare c’è bisogno di una certa personalità e di un certo grado di coraggio/incoscienza. Una squadra che somatizza così negativamente il semplice passare in svantaggio non può giocarsela a viso aperto.

Non è questione di moduli, di Banega sì o Banega no o di difesa alta.

È questione di carattere.

Secondo me non è un caso che l’anno scorso stavamo ottenendo risultati così eccellenti, ben al di sopra sia del valore della rosa che del gioco espresso. Perché la squadra giocava in maniera estremamente semplice, speculativa. E mentalmente non le veniva richiesto quello sforzo supplementare che viene invece richiesto alle squadre che devono crearsi linee di passaggio, tentare dribbling, difendere alto, eccetera, ovvero a quelle squadre che fanno un gioco propositivo. Sforzo supplementare che, inspiegabilmente, per i nostri rappresenta un ostacolo insormontabile.

Ma siccome comunque i nostri non sono scarsi per niente, quel gioco così brutto e senza fronzoli era tremendamente efficace.

Fateci caso, abbiamo cominciato a calare nel momento in cui abbiamo cominciato a giocare meglio, forse perché il Mancio si è fatto stranamente condizionare dalle feroci critiche che provenivano da tutte le parti (le stesse che sta subendo il Milan ogg…ah no), e ha provato a modificare qualcosa, con i risultati che tutti conosciamo.

Ma nel girone d’andata Medel sembrava Matthaus, Lijalic sembrava Garrincha, Miranda e Murillo sembravano Burgnich e Picchi.

Non può essere un caso.

Il suo calcio non era per nulla piacevole, le partite molto sofferte, i cambi mai giusti e tempestivi, ma vincevamo ed eravamo più tranquilli. E vincere aiuta a vincere, si sa.

Senza considerare poi la capacità di gestire e sopportare da solo la pressione mediatica delle PI di cui abbiamo sempre parlato e che all’Inter viene .

Non che fosse tutto rose e fiori, anzi, il Mancio ha le sue belle colpe. Ma qui non stiamo cercando capri espiatori, stiamo cercando di analizzare le cause dell’orrenda situazione in cui ci troviamo ormai da anni.

Per questo reputavo Mancini il miglior allenatore possibile per l’Inter attuale.

Non il mio preferito, né il migliore in assoluto (figuriamoci), ma il migliore nella nostra situazione.

UNA SCELTA DIVERSA

Mancini non è un allenatore, o meglio non lo è come può esserlo un de Boer, ma è un leader carismatico e con una mentalità tremendamente vincente.

Quando si accusava de Boer di non conoscere la serie A si raccontava una stronzata. Non c’è bisogno di conoscere le tattiche di un campionato mediocre come il nostro, c’è solo bisogno di conoscere le dinamiche di un paese malato e pieno di avvoltoi come l’Italia pallonara.

Io sono fermamente convinto che puoi tranquillamente prendere un allenatore non avvezzo alle dinamiche malate del nostro pallone come de Boer e farlo lavorare con successo. Basta semplicemente proteggerlo dall’esterno e legittimarlo all’interno.

È molto difficile? Sono altrettanto fermamente convinto di no, ma se sono 20 anni che ci ripetiamo sempre le stesse cose evidentemente lo è.

E allora devi operare una scelta diversa. Perché è scontato che un de Boer, con delle idee di calcio di un certo tipo, alla prima grande occasione della carriera al di fuori del suo paese, preso a 2 settimane dal calcio d’inizio della stagione, eccetera eccetera eccetera, non potrà in alcun modo ottenere i risultati sperati.

Quindi, se tu Società non hai alcuna intenzione di proteggere il tuo allenatore dai media e se hai necessità di risultati immediati – e solo tu puoi saperlo perché ahimè noi tifosi non possiamo decidere nulla in tal senso – allora devi prendere un Mancini.

Ripeto, purtroppo.

Perché il mio timore è che continuiamo a guardare il dito anziché la luna, a bocciare e bruciare giocatori e allenatori in un loop forsennato senza mai venirne a capo.

Ma indipendentemente da tutto, è necessario che società, allenatore e giocatori siano in perfetta sintonia. Anche fossero in completo disaccordo con noi tifosi, basta che decidano una volta per tutta di che morte dobbiamo morire.

Perché qui non ce la facciamo più.

Insomma, potete prendere tutto questo ragionamento come una provocazione o come uno spunto di riflessione, potete soffermarvi sul nome Mancini o provare ad andare oltre per comprendere meglio il senso delle mie parole. A voi la scelta.

Tanto domani ci ritroveremo nella stessa situazione di oggi.
Ovviamente è giusto per sottolineare come tutti e due i predecessori di Pioli avessero ragione su diverse cose.

Avatar utente
Double_L
Messaggi: 9572
Iscritto il: 03/03/2011, 23:07
Città: Fano
Località: Fano
Been thanked: 13 times

Re: Pazza Inter amala *Official topic* A Storm of Swords

Messaggio da Double_L » 26/11/2016, 11:48

Infatti io ero uno di quei pochi a cui, quando andavamo alla grande a livello di risultati nella prima parte di stagione l'anno scorso, andava benissimo così, anche se non c'era gioco, ma c'erano i risultati.

Il Milan di Montella ha un bel gioco? Direi di no anzi forse gioca pure peggio rispetto a quell'Inter. La Juve, con quello squadrone che si ritrova, ha un bel gioco? No, potrebbe fare molto di più. Però entrambe vincono e stanno andando alla grande, inoltre a loro nessuno rompe le balle e per questo continuaneranno ad andare bene.

Inversamente parlando, il mio Fano in Lega Pro finora ha messo sotto quasi tutte le squadre che ha affrontato, Parma compreso, però non vince e raccoglie molto meno di quel merita. Mi girano le balle perchè non vinciamo, mi interessa relativamente che giochiamo bene, intanto siamo in fondo alla classifica.

Però boh alla fine questione di bel gioco o meno ormai la situazione è questa.

Avatar utente
Mystogan
Messaggi: 19217
Iscritto il: 05/08/2012, 23:34
Città: Milano
Been thanked: 40 times

Re: Pazza Inter amala *Official topic* A Storm of Swords

Messaggio da Mystogan » 26/11/2016, 12:07

Mancini :EHEH :EHEH :EHEH

Ma vada affanculo, va, lui, Dzeko, Toure e Zazzaroni.

Io non dimentico che la squadra senza capo né coda che abbiamo quest'anno e l'anno scorso l'ha messa in piedi lui, non approfitti del lavoro di ottimi allenatori che sanno coprire le mancanze di suddetti giocatori per ergersi a esperto osservatore.

Avatar utente
christian4ever
Messaggi: 35850
Iscritto il: 13/04/2011, 13:58
Città: Napoli
Località: Napoli
Has thanked: 28 times
Been thanked: 98 times

Re: Pazza Inter amala *Official topic* A Storm of Swords

Messaggio da christian4ever » 26/11/2016, 13:06

Neanche io mi ritrovo su diversi aspetti, il concetto di fondo che mi trovava d'accordo era la necessità, forse, di avere un allenatore come lui.

Avatar utente
Double_L
Messaggi: 9572
Iscritto il: 03/03/2011, 23:07
Città: Fano
Località: Fano
Been thanked: 13 times

Re: Pazza Inter amala *Official topic* A Storm of Swords

Messaggio da Double_L » 26/11/2016, 13:31

Pure io alla fin fine sono in disaccordo su parecchie cose. Yayà Tourè sono convinto che sarebbe diventato un altro brocco se fosse finito qui e Dzeko in attacco per Icardi non mi passa nemmeno per l'anticamera del cervello.

Però il problema mentale è il punto centrale ed è stato azzeccato. E' chiaro che i giocatori non rendono per questo motivo qui, c'è qualcosa che non va nella testa e nelle motivazioni, inoltre ci tenevo a precisare e approfondire il punto "Fateci caso, abbiamo cominciato a calare nel momento in cui abbiamo cominciato a giocare meglio, forse perché il Mancio si è fatto stranamente condizionare dalle feroci critiche che provenivano da tutte le parti (le stesse che sta subendo il Milan ogg…ah no), e ha provato a modificare qualcosa, con i risultati che tutti conosciamo".

Avatar utente
Mystogan
Messaggi: 19217
Iscritto il: 05/08/2012, 23:34
Città: Milano
Been thanked: 40 times

Re: Pazza Inter amala *Official topic* A Storm of Swords

Messaggio da Mystogan » 26/11/2016, 13:41

Abbiamo cominciato a far cagare quando il nostro Leader carismatico in mezzo al campo (Felipe Melo :almostlaughing: ) s'è fatto buttare fuori per un colpo di testa dei suoi e Mancini si é (reportedly) scannato con Jovetic, che era in teoria il giocatore d'inventiva nella trequarti avversaria, quello che doveva ovviare al non gioco offensivo, c'entrano un cazzo questi fantomatici miglioramenti di gioco avuti nella seconda parte di campionato (Lazio-Inter gara di ritorno é una delle ultime di campionato e la considero agevolmente la peggior partita dell'Inter di Mancini).
Fateci caso :ammiccante:

Non serve Mancini né De Boer, serve una società che vuole rimettere l'Inter sportiva al centro del progetto, ma la vedo durissima con 'sti cinesi.

Gabigol e Joao Mario :pollicealto:

Avatar utente
Double_L
Messaggi: 9572
Iscritto il: 03/03/2011, 23:07
Città: Fano
Località: Fano
Been thanked: 13 times

Re: Pazza Inter amala *Official topic* A Storm of Swords

Messaggio da Double_L » 26/11/2016, 14:02

Mystogan ha scritto:
Non serve Mancini né De Boer, serve una società che vuole rimettere l'Inter sportiva al centro del progetto, ma la vedo durissima con 'sti cinesi.
Esatto e aggiungo che i giocatori onorino la maglia e abbiano voglia di giocare, ma per questo serve appunto una società seria, forte e determinata.

Avatar utente
Mirko_metal_88
Messaggi: 2655
Iscritto il: 03/02/2012, 18:00
Città: T'orino
Località: Torino
Been thanked: 1 time

Re: Pazza Inter amala *Official topic* A Storm of Swords

Messaggio da Mirko_metal_88 » 26/11/2016, 18:31

Inter, Pioli: "Il terzo posto? Niente tabelle ma c'è da correre"

Il tecnico interista ha presentato il match con la Fiorentina: "L'approccio è ok, però dobbiamo restare concentrati per tutto il match. Il secondo tempo in Israele è colpa mia"

Stefano Pioli sintetico ed efficace all'anti vigilia della sfida contro la Fiorentina. "Mi sono piaciuti gli approcci in entrambe le gare disputate - spiega il tecnico -. In entrambe abbiamo messo sotto gli avversari, ma è chiaro che poi dobbiamo giocare allo stesso modo per 90'. In Israele abbiamo fatto bene per 50', poi no. Ma sono sicuro di avere un gruppo intelligente che saprà imparare dagli errori. Cosa pensano i giocatori? Sanno di giocare per un grande club e vogliono uscire da questa situazione". Inevitabile parlare dei problemi difensivi, visti i gol incassati, di cui 5 nelle due gare con lui. "In ogni stagione ci sono momenti in cui fatica l'attacco o la difesa, ma la cosa fondamentale è riuscire a mantenere l'intensità vista a sprazzi. L'assenza di Medel pesa soprattutto per la sua personalità, ma ho una rosa forte, con dei centrali difensivi all'altezza. Difesa a tre? Non mi precludo nulla, l'abbiamo anche un po' fatta contro l'Hapoel. Il partner di Miranda? Scelgo in base alla condizione e anche all'avversario. E da Miranda, visto quanto è forte, mi aspetto più personalità".

NO TABELLE — "Se ho una tabella per risalire fino al terzo posto? No, so che dobbiamo correre forte. Condizione fisica? Ci sono tante cose da migliorare, ma sono convinto che il problema sia la testa, è quella che fa correre le gambe. Un attacco con Icardi, Eder e Perisic insieme? Si può tutto, ma quello che conta sono atteggiamento e intensità. Il mercato di gennaio? Io penso solo a fare il meglio da qui al 21 dicembre. Ora ci attende una Fiorentina in forma, possiamo batterla solo giocando in un certo modo per 90'". Chiusura semi ironica: "Se mi sento un po' responsabile dei problemi dell'Inter che sono iniziati nel dicembre scorso, quando a mia Lazio battè i nerazzurri a San Siro? Io mi sento responsabile soltanto per il secondo tempo contro l'Hapoel...".

Avatar utente
christian4ever
Messaggi: 35850
Iscritto il: 13/04/2011, 13:58
Città: Napoli
Località: Napoli
Has thanked: 28 times
Been thanked: 98 times

Re: Pazza Inter amala *Official topic* A Storm of Swords

Messaggio da christian4ever » 27/11/2016, 19:40

Ho una sensazione di puro terrore per la partita contro la Fiorentina: già vedo la nostra straordinaria costruzione bassa attaccata dal pressing ultra offensivo della Viola.

Ho poche speranze, però rimane una certa curiosità per lo sviluppo tattico della gara, considerando che pressare alto una squadra la cui manovra inizia con ben 6 giocatori (Tatarusanu, i tre centrali e i due interni) richiede grande sforzo.

Rispondi