TOPIC UFFICIALE - Ultimo film visto o rivisto #2

Per chi vuole dibattere e chiacchierare sulle serie TV, sui cartoni animati, su programmi televisivi o su film cinematografici... e ovviamente anche sui protagonisti dello schermo.
Avatar utente
ECW! ECW! ECW!
Messaggi: 102
Iscritto il: 13/02/2013, 19:32

Re: TOPIC UFFICIALE - Ultimo film visto o rivisto

Messaggio da ECW! ECW! ECW! » 15/06/2015, 20:05

Karl Gotch ha scritto:Ero ironico, per me sta benissimo tra i primi cinque registi americani di sempre; ma c'è molta gente in Italia che lo sottovaluta
Mi piacerebbe conoscerli questi espertoni :almostlaughing:
Karl Gotch ha scritto:Questo è il migliore di Pasolini pur essendo molto poco considerato; ed è naturale che lo sia, data la crudezza di alcune scene
Se leggi i commenti di sotto al video di Youtube ti fai parecchie risate
Secondo me Pasolini si migliora di film in film, questo essendo l'ultimo inevitabilmente non poteva che essere il migliore nonostante le critiche, certo non immagini quanto mi sarebbe piaciuto vedere Porno-Teo-Kolossal.
Riguardo i commenti onestamente io non avrei proprio la forza di controbattere visto il livello di cultura dell'italiano medio. Per non parlare dei commenti dei fascistelli di merda :facepalm2:



Avatar utente
SaintJust
Messaggi: 979
Iscritto il: 09/09/2012, 22:51

Re: TOPIC UFFICIALE - Ultimo film visto o rivisto

Messaggio da SaintJust » 15/06/2015, 21:22

Karl Gotch ha scritto:
Ho tentato di vedere il video, ma ho smesso di vederlo dopo 10 secondi perché il tizio aveva una voce irritante e mi fischiavano le orecchie


Mica ho detto che Pasolini mi piace, sono contrario a quelli che lo censurano o lo considerano poco per i suoi film sessuali
L'unico suo "film" che mi piace davvero è un episodio di un film collettivo in cui c'è Orson Welles come attore (non ricordo il titolo, sono ubriaco)
E' vero, la cadenza romana è abbastanza fastidiosa poi.

Film "sessuali" in BR, eh

Yourself is Steam
Messaggi: 1976
Iscritto il: 23/12/2010, 18:55
Città: Molinella
Località: Schwarzwald

Re: TOPIC UFFICIALE - Ultimo film visto o rivisto

Messaggio da Yourself is Steam » 15/06/2015, 23:58

SaintJust ha scritto:Sì, le basi. Significa allora che non hai visto un cazzo di niente di Cinema
Un tantino esagerato
Karl Gotch ha scritto:L'unico suo "film" che mi piace davvero è un episodio di un film collettivo in cui c'è Orson Welles come attore (non ricordo il titolo, sono ubriaco)
[youtube][/youtube]

doppiato dall'enorme Giorgio Bassani
La storia di "Egli danza" la sai?
ECW! ECW! ECW! ha scritto:Mi piacerebbe conoscerli questi espertoni :almostlaughing:

Secondo me Pasolini si migliora di film in film

mi sarebbe piaciuto vedere Porno-Teo-Kolossal
Buongiorno Immagine

Sì ma non è sempre un bene, il lavoro iconografico ed il lirismo visivo hanno spazzato via tutto ciò che c'era di così innocente nei suoi primi film, quello sguardo fiducioso nelle potenzialità di un cinema sgrammaticato e curioso nell'inoltrarsi nel subalterno.

Guardati il Pasolini di Ferrara se non l'hai già fatto

Avatar utente
manud(x)20
Messaggi: 1397
Iscritto il: 23/12/2010, 22:54
Città: roma
Località: Tevere

Re: TOPIC UFFICIALE - Ultimo film visto o rivisto

Messaggio da manud(x)20 » 16/06/2015, 6:49

Aaaaaah le basi...






































Immagine



Credo sia più pertinente parlare di basi in casi come questi che quando si discute del teatro assoluto.
Ultima modifica di manud(x)20 il 16/06/2015, 7:05, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
manud(x)20
Messaggi: 1397
Iscritto il: 23/12/2010, 22:54
Città: roma
Località: Tevere

Re: TOPIC UFFICIALE - Ultimo film visto o rivisto

Messaggio da manud(x)20 » 16/06/2015, 6:54

Tra l'altro, Novara Odia, pure il tuo fidanzatino di Molinella te lo faceva notare.

Ma ci sta, cioè minchia zio, è l'emblema del flame di WWND, se non ritenti provando ad affossare anche la sezione cinema tv sorrisi e canzoni di TW, sei un coglione cioè.

Avatar utente
Karl Gotch
Messaggi: 2524
Iscritto il: 21/10/2013, 14:50
Been thanked: 1 time

Re: TOPIC UFFICIALE - Ultimo film visto o rivisto

Messaggio da Karl Gotch » 16/06/2015, 6:55

Yourself is Steam ha scritto:La storia di "Egli danza" la sai?
Io avevo letto che nella sceneggiatura originaria la domanda del giornalista era sullo stesso Pasolini, poi si decise di sostituirlo con Fellini perché il suo stile era più "danzante", appunto
Tra l'altro da quel che so Fellini e Pasolini erano amici, hanno anche lavorato insieme ad alcune sceneggiature

Avatar utente
manud(x)20
Messaggi: 1397
Iscritto il: 23/12/2010, 22:54
Città: roma
Località: Tevere

Re: TOPIC UFFICIALE - Ultimo film visto o rivisto

Messaggio da manud(x)20 » 16/06/2015, 7:13

Che poi la mia ammirazione per Petri è surreale sì.
Sei un povero coglione di classista, è ovvio che non c'arrivi.
Come quell'altro frocio del dams.
































































































"W La Fica"
-il giardiniere

Avatar utente
Archer
Messaggi: 2739
Iscritto il: 28/07/2011, 18:29

Re: TOPIC UFFICIALE - Ultimo film visto o rivisto

Messaggio da Archer » 16/06/2015, 8:44

Yourself is Steam ha scritto: Un tantino esagerato


[youtube][/youtube]

doppiato dall'enorme Giorgio Bassani
La storia di "Egli danza" la sai?


Buongiorno Immagine

Sì ma non è sempre un bene, il lavoro iconografico ed il lirismo visivo hanno spazzato via tutto ciò che c'era di così innocente nei suoi primi film, quello sguardo fiducioso nelle potenzialità di un cinema sgrammaticato e curioso nell'inoltrarsi nel subalterno.

Guardati il Pasolini di Ferrara se non l'hai già fatto
Diciamo che il sentimentalismo del Pasolini è stata la sua croce e delizia. Un uomo con i coglioni però.

Avatar utente
SaintJust
Messaggi: 979
Iscritto il: 09/09/2012, 22:51

Re: TOPIC UFFICIALE - Ultimo film visto o rivisto

Messaggio da SaintJust » 16/06/2015, 10:09

Che imbarazzo.

Avatar utente
Avantard
Messaggi: 1711
Iscritto il: 20/08/2011, 23:16
Città: Castrocielo

Re: TOPIC UFFICIALE - Ultimo film visto o rivisto

Messaggio da Avantard » 16/06/2015, 10:49

Due sere fa ho visto Jackass presents: Bad Grandpa.
Davvero ottima l'idea di impostare i "pranks" seguendo una trama. A parte un paio di scene davvero memorabili (tipo il funerale), il resto è roba già vista e rivista da 15 anni.
Adeguato per staccare il cervello.


Tempo fa invece ho visto Gone Girl, di Fincher.
Brevemente:
- le storie 'Fincheriane' hanno sempre quel qualcosa di inaspettato che mantiene l'interesse fino alla fine della visione, al di là dell'assurdità;
- le atmosfere boh, mi prendevano molto più quelle del Fincher di inizio carriera;
- riguardo gli attori mi soffermo solo su Affleck, che non mi dice granchè in roba impegnata, ma qui azzeccato per l'alone di ingenuità;
- sinceramente poco mi frega della critica alla famiglia americana, linda e pulita da fuori, sporca e corrotta dall'interno. Più che altro perchè non è nulla di nuovo, quindi nessun miracolo. True Detective da questo punto di vista ha fatto un lavoro migliore, anche se non ci azzecca una mazza;

Per quello che ho visto di Fincher, Gone Girl merita comunque una visione ma non è affatto il suo picco.
Uccidetemi pure, ma gli preferisco The Game.

Yourself is Steam
Messaggi: 1976
Iscritto il: 23/12/2010, 18:55
Città: Molinella
Località: Schwarzwald

Re: TOPIC UFFICIALE - Ultimo film visto o rivisto

Messaggio da Yourself is Steam » 16/06/2015, 11:41

manud(x)20 ha scritto:Tra l'altro, Novara Odia, pure il tuo fidanzatino di Molinella te lo faceva notare
Ma in realtà contestavo solo il "non hai visto un cazzo" perchè fondamentalmente non c'è un cazzo da vedere
Che poi sia una delle personalità più importanti del Novecento e te sia vergognoso nel non conoscerlo ça va sans dire
Karl Gotch ha scritto:Io avevo letto che nella sceneggiatura originaria la domanda del giornalista era sullo stesso Pasolini, poi si decise di sostituirlo con Fellini perché il suo stile era più "danzante", appunto
Tra l'altro da quel che so Fellini e Pasolini erano amici, hanno anche lavorato insieme ad alcune sceneggiature
C'era ammirazione ed infatti fu proprio Fellini ad introdurlo al cinema scrivendoci insieme i dialoghi di Le notti di Cabiria ed alcune scene de La dolce vita (la maggior parte censurate)
Dopo il successo di LDV Fellini fondò la Federiz per aver maggior autonomia e finanziò Accattone (Pasolini avrebbe già voluto esordire col suo La notte brava ma poi venne affidato a Bolognini). Dopo aver visto il film però Fellini era scandalizzato dalla mancanza di basi Immagine nel linguaggio cinematografico Immagine di Pasolini che effettivamente non era sto gran appassionato di cinema nè era mai stato in un set nè ovviamente aveva mai studiato il modo di rappresentazione istituzionale. Insomma quel fascio Immagine si tolse dalla produzione rischiando di mandare affanculo il progetto. Per vendicarsi fece dire "Egli danza Immagine" a Welles prendendolo per il culo per il finale di 8 e mezzo
Avantard ha scritto:Affleck, che non mi dice granchè in roba impegnata, ma qui azzeccato per l'alone di ingenuità
:godimento:

Avatar utente
SaintJust
Messaggi: 979
Iscritto il: 09/09/2012, 22:51

Re: TOPIC UFFICIALE - Ultimo film visto o rivisto

Messaggio da SaintJust » 16/06/2015, 11:55

@Orla:

Immagine

GotchKo, ce fai una rece su questo?

Avatar utente
Karl Gotch
Messaggi: 2524
Iscritto il: 21/10/2013, 14:50
Been thanked: 1 time

Re: TOPIC UFFICIALE - Ultimo film visto o rivisto

Messaggio da Karl Gotch » 16/06/2015, 12:17

Yourself is Steam ha scritto:C'era ammirazione ed infatti fu proprio Fellini ad introdurlo al cinema scrivendoci insieme i dialoghi di Le notti di Cabiria ed alcune scene de La dolce vita (la maggior parte censurate)
Dopo il successo di LDV Fellini fondò la Federiz per aver maggior autonomia e finanziò Accattone (Pasolini avrebbe già voluto esordire col suo La notte brava ma poi venne affidato a Bolognini). Dopo aver visto il film però Fellini era scandalizzato dalla mancanza di basi Immagine nel linguaggio cinematografico Immagine di Pasolini che effettivamente non era sto gran appassionato di cinema nè era mai stato in un set nè ovviamente aveva mai studiato il modo di rappresentazione istituzionale. Insomma quel fascio Immagine si tolse dalla produzione rischiando di mandare affanculo il progetto. Per vendicarsi fece dire "Egli danza Immagine" a Welles prendendolo per il culo per il finale di 8 e mezzo
Beh, anche se Accattone non fosse stato prodotto, non avremmo avuto questa gran perdita
SaintJust ha scritto:GotchKo, ce fai una rece su questo?
Dreyer è merda Immagine

Poi se devo recensire un film muto, al massimo farò questo:

Immagine

Yourself is Steam
Messaggi: 1976
Iscritto il: 23/12/2010, 18:55
Città: Molinella
Località: Schwarzwald

Re: TOPIC UFFICIALE - Ultimo film visto o rivisto

Messaggio da Yourself is Steam » 16/06/2015, 13:00

SaintJust ha scritto:@Orla
Vabbè potevi dire il Napoleone, qua appare due minuti, poi al tempo era solo un attore di teatro surrealista, il tdc arriverà tipo una decina di anni dopo
Karl Gotch ha scritto:Immagine
Immagine
(film per cui il Pok impazzirebbe)

Avatar utente
ECW! ECW! ECW!
Messaggi: 102
Iscritto il: 13/02/2013, 19:32

Re: TOPIC UFFICIALE - Ultimo film visto o rivisto

Messaggio da ECW! ECW! ECW! » 16/06/2015, 14:07

Yourself is Steam ha scritto:Buongiorno Immagine

Sì ma non è sempre un bene, il lavoro iconografico ed il lirismo visivo hanno spazzato via tutto ciò che c'era di così innocente nei suoi primi film, quello sguardo fiducioso nelle potenzialità di un cinema sgrammaticato e curioso nell'inoltrarsi nel subalterno.

Guardati il Pasolini di Ferrara se non l'hai già fatto
Fondamentalmente sarei d'accordo con te. Però secondo me bisogna capire soprattutto quelle che erano le intenzioni e le priorità di Pasolini, infatti lo sviluppo del Pasolini regista e dei suoi film va a pari passo con lo sviluppo del Pasolini uomo. Quindi secondo me non si tratta di bene o male-miglioramento o peggioramento, ma semplicemente del cambiamento dovuto all'evoluzione dell'uomo e quindi di quelle che sono le sue priorità.
Anche nei vari libri di poesia si può notare questo cambiamento che va di libro in libro. Ti consiglierei di leggere "Trasumanar e organizzar", anche questa ultima opera, per capire quello che ormai era il Pasolini pensiero.
Spoiler:
Lo devo ammettere: i veri lettori di questo libro sono coloro che gli possono conferire una certa oggettività attraverso un interesse professionale. Ciò, è vero, accade in Italia per tutti i libri di poesia: ma per questo, credo, in modo particolare, perché almeno per la prima metà esso è costituito da "documenti", o privati (a testimoniare una vita) o letterari (a testimoniare una evoluzione linguistica e intellettuale).

Tuttavia, per quanto privo di illusioni, continuo sempre a credere nell'esistenza almeno ideale di un lettore ingenuo, disposto a prendere come fatti obbiettivi e di consumo non ignobile, anche le cose più intime, stravaganti e personali. Così, è a questo lettore che voglio specialmente dire che non dipende da me se Trasumanar e organizzar può già apparire, nell'aprile del 1971, leggermente anacronistico: le involuzioni sociali sono sempre traumatiche e perciò rapide.

E' vero che da quasi un anno ho cessato la collaborazione a un rotocalco perché era impubblicabile una mia osservazione riguardante uomini influenti, i quali si dichiaravano "equidistanti" dai gruppi sovversivi di destra e dai gruppi sovversivi di sinistra: e prevedevo dunque con questo che si sarebbe arrivati all'attuale situazione, in cui si è costretti a ricordare il '19 se non addirittura il '22. La dichiarazione di equidistanza dai due corni estremi è oggettivamente un appoggio al corno destro.

So bene poi che sono molto pochi i lettori che leggono interamente, dal principio alla fine, un libro di poesie: perciò indicherei, a chi avesse una scusabile fretta, le sezioni "Trasumanar e organizzar", "Charta (sporca)", "Poemi zoppicanti" e "Manifestar", come le più interessanti.

So anche che ci sono dei lettori che, di un libro di poesie, ne leggono solo una: in tal caso consiglierei "La poesia della tradizione".

Chi è la persona che ha scritto questo libro? Non lo so bene. Comunque essa è stata certamente guidata da una mezza dozzina di "principi" dettati da chissà che istinto.

Il primo di questi principi è stato quello di resistere contro ogni tentazione di letteratura-azione o letteratura-intervento: attraverso l'affermazione caparbia, e quasi solenne, dell'inutilità della poesia.

Il secondo principio di tale persona è stato quello di non temere l'attualità (in nome di qualcos'altro che la vanifica, e in cui peraltro essa crede).

Il terzo principio è stato quello di concedersi una certa libertà linguistica rasentante talvolta l'arbitrarietà e il gioco (cose in precedenza mai avvenute, perché le sue mistificazioni furono sempre ingenue, appassionate e zelanti).

Il quarto principio è stato quello di considerare fatale da parte sua la rassegnazione di fronte al persistere dell"oxymoron", o della "sineciosi" (vedi "Sineciosi della diaspora").

Il quinto principio è consistito nella scoperta, quasi improvvisa, che la libertà è "intollerabile" all'uomo (specialmente giovane), che si inventa mille obblighi e doveri per non viverla.

Il sesto principio (molto meno importante) è consistito nel non voler fare di tutti i principi sopraddetti, e di una forma di fedeltà a se stessa, necessaria ad adempiersi, un contributo alla restaurazione.

Su tutto è sempre prevalsa l'idea, disperata ma rassegnata, che la propria vita si fosse rimpicciolita: ma che comunque fosse aumentato il piacere di vivere, in ragione della materiale diminuzione del futuro.

Insomma penso che, se ci si basa solo sui film o solo sulla semplice critica cinematografica è difficile apprendere appieno il tutto.
Ultima modifica di ECW! ECW! ECW! il 16/06/2015, 14:12, modificato 1 volta in totale.

Rispondi