POLITICA ITALIANA

Tutto quello che non riguarda wrestling, sport, calcio, tv/cinema o videogiochi... il forum Mondo è il posto per parlare di politica, musica, gossip, arte o quanto altro vi possa venire in mente!
Avatar utente
Saimas
Messaggi: 10603
Iscritto il: 22/12/2010, 21:58
Località: Vostok
Has thanked: 59 times
Been thanked: 33 times
Contatta:

Re: POLITICA ITALIANA | Season XVI: "Micro-Chip e Chop"

Messaggio da Saimas » 15/03/2013, 20:51

Kaiser Sose ha scritto: effettivamente ho equivocato il senso di una frase ,e ti chiedo scusa,pero bollarmi da coglione provocatore era un po troppo
va be ci siamo capiti
Ti chiedo scusa pure io. Ora esco, saluti.



Superciuc
Messaggi: 103
Iscritto il: 23/12/2010, 20:35

Re: POLITICA ITALIANA | Season XVI: "Micro-Chip e Chop"

Messaggio da Superciuc » 15/03/2013, 21:15

Saimas ha scritto:
Coglione, provocatore e ignorante. L'utopia è di base "positiva". Nelle mani dell'uomo anche il comunismo diventa una bestia della morte da condannare senza attendere due secondi. Io per primo condanno il comunismo "sporcato" dal materialismo umano. Ma di certo non ho intenzione di parlare con te visto che evidentemente non hai letto attentamente il mio post e che sei uno dei tanti che porta avanti la sua bandiera, come un ultras calcistico, senza capire le "ragioni" degli altri.
Il comunismo, parlando di utopia, sarebbe buono; lo Stato organizza l'economica perseguendo gli interessi generali dei cittadini. Il problema però, è che un pianificatore centralizzato (quindi lo stato) non è in grado di disporre di tutte le informazioni per massimizzare il benessere sociale.

Allo stesso tempo, le politiche liberiste (che essenzialmente sono il contrario di quelle comuniste), hanno portato alla crisi del '29: si credeva che i mercati fossero perfetti, per poi scoprire che tanto perfetti non erano, dato che erano falliti.

Avatar utente
Jolly
Messaggi: 12062
Iscritto il: 17/07/2011, 20:12
Città: Sant'ambrogio di Torino
Località: Modestamente, la seconda venuta di Cristo

Re: POLITICA ITALIANA | Season XVI: "Micro-Chip e Chop"

Messaggio da Jolly » 15/03/2013, 21:22

Parlare di comunismo (ma anche di liberismo, eh) nel 2013, è anacronistico.
Ne parlavo giusto ieri con un mio amico. E incredibile come il comunista medio sia incredibilmente "conservatore" in antitesi allo sbandierato progressismo.

Tant'è vero che io mi sento tanto vicino all'idea originale di Marx (quella sì, utopia positiva) quanto lontano dall'idea comunista.

Superciuc
Messaggi: 103
Iscritto il: 23/12/2010, 20:35

Re: POLITICA ITALIANA | Season XVI: "Micro-Chip e Chop"

Messaggio da Superciuc » 15/03/2013, 21:31

Jolly ha scritto:Parlare di comunismo (ma anche di liberismo, eh) nel 2013, è anacronistico.
Ne parlavo giusto ieri con un mio amico. E incredibile come il comunista medio sia incredibilmente "conservatore" in antitesi allo sbandierato progressismo.

Tant'è vero che io mi sento tanto vicino all'idea originale di Marx (quella sì, utopia positiva) quanto lontano dall'idea comunista.
E' anacronistico, però tante persone si definiscono "comunista" senza sapere neanche cosa sia il comunismo...

Avatar utente
Jolly
Messaggi: 12062
Iscritto il: 17/07/2011, 20:12
Città: Sant'ambrogio di Torino
Località: Modestamente, la seconda venuta di Cristo

Re: POLITICA ITALIANA | Season XVI: "Micro-Chip e Chop"

Messaggio da Jolly » 15/03/2013, 21:37

Superciuc ha scritto:
E' anacronistico, però tante persone si definiscono "comunista" senza sapere neanche cosa sia il comunismo...

Io ho sempre pensato che l'idea comunista, di per se, incentivasse fenomeni come il clientelismo ed il nonnismo.
nonché, la struttura necessaria dello stato,non ammetterebbe nemmeno la possibilità di altre scuole di pensiero e opinione.

Superciuc
Messaggi: 103
Iscritto il: 23/12/2010, 20:35

Re: POLITICA ITALIANA | Season XVI: "Micro-Chip e Chop"

Messaggio da Superciuc » 15/03/2013, 21:45

Jolly ha scritto:

Io ho sempre pensato che l'idea comunista, di per se, incentivasse fenomeni come il clientelismo ed il nonnismo.
nonché, la struttura necessaria dello stato,non ammetterebbe nemmeno la possibilità di altre scuole di pensiero e opinione.
Esatto. Uno dei motivi per cui il comunismo è fallito è che non è "democratico" (uno stato, una sola ideologia, una sola opinione, ecc.) :)

Mentre come idea economica è giusta, ma rimane appunto, un'idea.

Avatar utente
Jolly
Messaggi: 12062
Iscritto il: 17/07/2011, 20:12
Città: Sant'ambrogio di Torino
Località: Modestamente, la seconda venuta di Cristo

Re: POLITICA ITALIANA | Season XVI: "Micro-Chip e Chop"

Messaggio da Jolly » 15/03/2013, 21:56

L'idea che non debba esistere reddito da profitto, è intrigante.
E' un po l'idea dietro alle cooperative e mi piace pensare che l'evoluzione porterà l'economia a stabilizzarsi attorno questo concetto.
Anche se è proprio una scuola di pensiero a dover cambiare. Fin tanto l'economia si fonderà sul consumismo, questa evoluzione non avverrà.

Superciuc
Messaggi: 103
Iscritto il: 23/12/2010, 20:35

Re: POLITICA ITALIANA | Season XVI: "Micro-Chip e Chop"

Messaggio da Superciuc » 15/03/2013, 22:05

Jolly ha scritto:L'idea che non debba esistere reddito da profitto, è intrigante.
E' un po l'idea dietro alle cooperative e mi piace pensare che l'evoluzione porterà l'economia a stabilizzarsi attorno questo concetto.
Anche se è proprio una scuola di pensiero a dover cambiare. Fin tanto l'economia si fonderà sul consumismo, questa evoluzione non avverrà.
Il problema appunto è che il nostro sistema economico si basa sui consumi: se calano i consumi, l'economia entra in crisi.

Però finchè abbiamo un economia che si basa sul capitalismo (è inutile negare che non sia così), è impossibile pensare ad un economia non fondata sul consumismo.

Kaiser Sose
Messaggi: 719
Iscritto il: 12/04/2012, 11:51

Re: POLITICA ITALIANA | Season XVI: "Micro-Chip e Chop"

Messaggio da Kaiser Sose » 15/03/2013, 22:13

ricordatevi che senza consumismo,non ci sarebbe tutta questa produzione
senza questa produzione non ci sarebbero posti di lavoro
senza lavoro non c'è reddito,quindi benessere
senza il consumismo non ci sarebbe la classe media di cui facciamo parte e fa parte il 75 % della popolazione italiana e occidentale
è l'impoverimento progressivo della classe media a creare problemi e pericolose nostalgie
il comunismo oggi è anacronistico
marx(che viene sbandierato come comunista)fece in realta una descrizione di come l'economia ottocentesca si sarebbe evoluta,di fatto gettando le basi per il socialismo e i suoi figli bastardi comunismo e fascismo(lo sapevate che erano gemelli diversi?????)e addirittura il capitalismo moderno.
marx viveva in un contesto dove la classe media non esisteva,e neanche marx ne immaginava la futura creazione,ma vi erano padroni e proletari(quindi aveva ragione)
i problemi di oggi secondo me non sono risolvibili con vecchi sistemi,è un problema di evoluzione,o ci si inventa un nuovo sistema economico integrato o si regredira di 200 anni e allora si che parliamo di mussolini e marx!
spero che si capisca cosa intendo


ps:sarebbe utile capire come la germania(ok l'ue ma io tendo a identificarle con lo stesso soggetto) abbia come obiettivo di creare un sud-europa pieno di forza lavoro a basso costo(proletari,schiavi?????) e per questo ci stia impoverendo tutti
Ultima modifica di Kaiser Sose il 15/03/2013, 22:16, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Jolly
Messaggi: 12062
Iscritto il: 17/07/2011, 20:12
Città: Sant'ambrogio di Torino
Località: Modestamente, la seconda venuta di Cristo

Re: POLITICA ITALIANA | Season XVI: "Micro-Chip e Chop"

Messaggio da Jolly » 15/03/2013, 22:13

Superciuc ha scritto:
Il problema appunto è che il nostro sistema economico si basa sui consumi: se calano i consumi, l'economia entra in crisi.

Però finchè abbiamo un economia che si basa sul capitalismo (è inutile negare che non sia così), è impossibile pensare ad un economia non fondata sul consumismo.
No infatti, era sottintesa la relazione tra consumismo e capitalismo.
Non a caso, è nota la critica di Marx contro le accumulazioni di denaro e contro il denaro stesso.

Avatar utente
Jolly
Messaggi: 12062
Iscritto il: 17/07/2011, 20:12
Città: Sant'ambrogio di Torino
Località: Modestamente, la seconda venuta di Cristo

Re: POLITICA ITALIANA | Season XVI: "Micro-Chip e Chop"

Messaggio da Jolly » 15/03/2013, 22:34

Kaiser Sose ha scritto:ricordatevi che senza consumismo,non ci sarebbe tutta questa produzione
senza questa produzione non ci sarebbero posti di lavoro
senza lavoro non c'è reddito,quindi benessere
senza il consumismo non ci sarebbe la classe media di cui facciamo parte e fa parte il 75 % della popolazione italiana e occidentale
è l'impoverimento progressivo della classe media a creare problemi e pericolose nostalgie
il comunismo oggi è anacronistico
marx(che viene sbandierato come comunista)fece in realta una descrizione di come l'economia ottocentesca si sarebbe evoluta,di fatto gettando le basi per il socialismo e i suoi figli bastardi comunismo e fascismo(lo sapevate che erano gemelli diversi?????)e addirittura il capitalismo moderno.
marx viveva in un contesto dove la classe media non esisteva,e neanche marx ne immaginava la futura creazione,ma vi erano padroni e proletari(quindi aveva ragione)
i problemi di oggi secondo me non sono risolvibili con vecchi sistemi,è un problema di evoluzione,o ci si inventa un nuovo sistema economico integrato o si regredira di 200 anni e allora si che parliamo di mussolini e marx!
spero che si capisca cosa intendo


ps:sarebbe utile capire come la germania(ok l'ue ma io tendo a identificarle con lo stesso soggetto) abbia come obiettivo di creare un sud-europa pieno di forza lavoro a basso costo(proletari,schiavi?????) e per questo ci stia impoverendo tutti

Grazie per averci detto che il consumismo si basa sui consumi.
Dai, facciamo finta di aver capito qualcosa da questa crisi.
E' chiaro che la politica dei consumi va rivista, così come va la concezione umana del vivo per guadagnare più soldi possibile.

Marx viveva nel periodo simbolo della borghesia, altroché. La fascia media esisteva ben prima di Marx
E Marx non viene sbandierato come comunista, semplicemente è lui ad aver coniato il termine.

Vai a chiedere ai Danesi come vivono male.

Kaiser Sose
Messaggi: 719
Iscritto il: 12/04/2012, 11:51

Re: POLITICA ITALIANA | Season XVI: "Micro-Chip e Chop"

Messaggio da Kaiser Sose » 15/03/2013, 22:40

Jolly ha scritto:

Grazie per averci detto che il consumismo si basa sui consumi.
Dai, facciamo finta di aver capito qualcosa da questa crisi.
E' chiaro che la politica dei consumi va rivista, così come va la concezione umana del vivo per guadagnare più soldi possibile.

Marx viveva nel periodo simbolo della borghesia, altroché. La fascia media esisteva ben prima di Marx
E Marx non viene sbandierato come comunista, semplicemente è lui ad aver coniato il termine.

Vai a chiedere ai Danesi come vivono male.
un paese che ha gli stessi abitanti di una regione italiana non è paragonabile ad un paese da 60 milioni d'abitanti
ce l'avete tanto con i consumi e il capitalismo e non sapete che senza non avreste auto ,computer,case,forni ,frigo,cellulare ecc tutti beni di consumo di massa che sarebbero prerogativa di quella borghesia che intendi tu(ai tempi di marx i borghesi erano 15 ogni milione di abitanti )
va be ci rinuncio tanto è inutile

Avatar utente
Jolly
Messaggi: 12062
Iscritto il: 17/07/2011, 20:12
Città: Sant'ambrogio di Torino
Località: Modestamente, la seconda venuta di Cristo

Re: POLITICA ITALIANA | Season XVI: "Micro-Chip e Chop"

Messaggio da Jolly » 15/03/2013, 22:53

Mi piacerebbe tanto sapere la tua definizione di Borghese.
Ad occhio, mi sa che spareresti una minchiata.


E per consumismo non si intende progresso, eh.
Il consumismo si basa sul consumo sconsiderato, senza etica e morale, oltre il proprio fabbisogno.
Che non c'entra niente con i Computer, frigoriferi e blabla. Sì parla di produzione, non di innovazione.
Sicuramente il consumismo da lavoro, ma non mi sembra questo il punto.

Kaiser Sose
Messaggi: 719
Iscritto il: 12/04/2012, 11:51

Re: POLITICA ITALIANA | Season XVI: "Micro-Chip e Chop"

Messaggio da Kaiser Sose » 15/03/2013, 23:03

Jolly ha scritto:Mi piacerebbe tanto sapere la tua definizione di Borghese.
Ad occhio, mi sa che spareresti una minchiata.


E per consumismo non si intende progresso, eh.
Il consumismo si basa sul consumo sconsiderato, senza etica e morale, oltre il proprio fabbisogno.
Che non c'entra niente con i Computer, frigoriferi e blabla. Sì parla di produzione, non di innovazione.
Sicuramente il consumismo da lavoro, ma non mi sembra questo il punto.
sei tu che non hai capito ,non c'entra un cazzo l'innovazione,è un fatto di produzione in serie di prodotti dal costo accessibile anche a chi li sta producendo(i lavoratori dipendenti,e via dicendo con tutti gli altri),ecco cosa sono i beni di consumo,ed il consumismo "posivo "che intendo io,se il sistema si blocca si tornera a semischiavi che costruiscono beni di lusso estremo che non potranno mai utilizzare.
morale e etica che c'entrano con questo discorso??????
poi sti minchia di borghesi ,sei tu che non hai chiaro che non si puo certo paragonare quella situazione al mondo occidentale di oggi
il comunismo è morto
il fascismo pure
il capitalismo è in coma profondo
che si fa?????????

Avatar utente
ettoremaiorana
Messaggi: 582
Iscritto il: 18/07/2012, 21:04
Città: londra

Re: POLITICA ITALIANA | Season XVI: "Micro-Chip e Chop"

Messaggio da ettoremaiorana » 15/03/2013, 23:18

Chi dice che il capitalismo ha fallito?

non cadete nella trappola della crisi -> capitalismo perchè quello che succede è frutto di 2 ondate diverse che hanno creato la tempesta perfetta:
speculazione finanziaria
Gestione poco oculata dei debiti pubblici

irlanda (tassazione ridicola)
grecia (li ha ammazzati I buffi che hanno fatto per Le olimpiadi)
spagna (mattone)
Italia (più cose insieme)

il capitalismo non è colpevole, la crescita non è obbligatoria.

Rispondi