POLITICA ITALIANA

Tutto quello che non riguarda wrestling, sport, calcio, tv/cinema o videogiochi... il forum Mondo è il posto per parlare di politica, musica, gossip, arte o quanto altro vi possa venire in mente!
Avatar utente
Saimas
Messaggi: 10624
Iscritto il: 22/12/2010, 21:58
Località: Vostok
Has thanked: 66 times
Been thanked: 38 times
Contatta:

Re: Elezioni politiche - 25 Febbraio 2013

Messaggio da Saimas » 05/01/2013, 14:18

Fortuna che mi ero riproposto di evitare l'argomento "politica" nei forum, ma almeno la discussione finora sembra alquanto civile...


Allora:

@Paguro: un Monti "tecnico" con una maggioranza che và dal PDL al PD è un qualcosa che non vedremo più. Semplicemente perchè anche PDL e PD avevano interessi "politico-elettorali" all'ombra del Professore, acconsentendo a riforme che loro non avrebbero mai fatto per una questione meramente "elettoral-popolare". In fondo fino a due anni fà la maggioranza italica avrebbe riso di fronte ad un politico che in Campagna Elettorale avrebbe promesso "lacrime, sangue e sudore". Un Monti "politico" non lo vedo per questi motivi: al di là degli schieramenti dovrà fin dall'inizio a fare i conti con lo "storico Cencelli" e lì saranno cazzi amari per tutti.

Dove lo vedo quindi? "purtroppo" da nessuna parte, se non come Presidente della Repubblica, ruolo che spesso sottovalutiamo ma che ci potrebbe fornire garanzie se gestito bene. Anche qua c'è il rischio "impopolarità" chiaramente e "gogna pubblica". Basti pensare quanto male viene storicamente visto il settennato di Scalfaro, infangato dalla Macchina Mediatica della Mediaset.

@Jolly: hai ragione. Io per primo ho sempre votato più a Sinistra perchè non condividevo le idee di un Partito che per anni era l'immagine del Veltroni-pensiero "ma anche". Spero in un cambiamento. E' un'ultima spiaggia. La mia ultima spiaggia. Mi rincuora che esista una "minoranza potente" coerente come quella Renziana ("Dopo le primarie ho mantenuto la parola data, in lealtà. Sarà bello il giorno in cui la coerenza di un uomo politico non farà più notizia"), assolutamente alieni dal voler tentare la strada del "partitino personalistico".

Intanto posto questo, ora scrivo il "trattatone" su Vendola.



NotOnlyWWE
Messaggi: 16990
Iscritto il: 04/01/2012, 8:02
Contatta:

Re: Elezioni politiche - 25 Febbraio 2013

Messaggio da NotOnlyWWE » 05/01/2013, 14:19

Mario Monti ha tradito la parola che aveva dato più volte, ovvero la volontà di non candidarsi: ormai da tecnico è un vero e proprio politico.

Avatar utente
CaccoleNutella
Messaggi: 166
Iscritto il: 24/07/2012, 14:02
Città: Pesaro

Re: Elezioni politiche - 25 Febbraio 2013

Messaggio da CaccoleNutella » 05/01/2013, 14:19

Jolly ha scritto:Io sinceramente tutta questa fiducia in Bersani non c'è l'ho, anzi.
Mi sembra il solito meno peggio che da anni propone il centro-sinistra, con l'aggravante di avere un candidato-premier che di Democrazia non sa nemmeno il significato. L'italiani vogliono una maggioranza politica, da 5 mesi a questa parte si comporta come se avesse già vinto, come se il voto fosse una mero dettaglio. Cioè, l'italiani vogliono una maggioranza politica è uguale non votate i partitini/sono il baluardo dei moderati, non so se mi spiego. Stupende poi le solite magagne presente anche nel PD: da Penati a Tedesco.

Io credo che non sia Bersani solo a credersi di essere già premier ma che sia l'opinione pubblica in generale che si comporta come se già lo fosse. Con tutte le dovute differenze, per esempio, le primarie per il Centro Sinistra mi hanno ricordato un sacco quelle di cinque anni fa tra Obama e la Clinton: cioè, piuttosto che il voto per il capo di una coalizione in entrambi i casi mi sembrava che si votasse per il futuro presidente, considerando poi un ostacolo relativamente "trascurabile" il confronto elettorale vero e proprio con la coalizione di senso opposto.
Non so se mi sono spiegato, come ragionamento è stato poco lineare. Il punto comunque dovrebbe essere che tutti già considerano Bersani come futuro premier ed, oggettivamente, i numeri stanno dalla sua parte: Berlusconi è bollito, Monti non ha alcuna presa, non è per nulla amato e soprattutto si è appoggiato ad una parte politica che da quando ha intrapreso la via del Terzo Polo ha sempre faticato ad andare oltre il 10.
Per non parlare di Grillo che è in calo, dopo le ultime uscite favolose. (Scomuniche su Twitter)
Ingroia credo che possa solo puntare ad una percentuale che gli dia un peso politico all'interno del parlamento, la maggioranza per Rivoluzione Civile è un'utopia.
Sul fatto del meno peggio non concordo. Penso che sia un clichè che sarebbe ora che il centrosinistra si scrollasse di dosso.
Per chiudere, sull'ultima affermazione posso essere d'accordo: mai sopportata la strategia dei mega-partiti di cercare di accogliere elettori con la strategia del "voto utile".



Ah, già. Dire che non sappia cos'è la democrazia mi sembra quanto meno esagerato: almeno lui è stato eletto tramite primarie.
Dall'altra parte abbiamo delle primarie abortite per la discesa in campo del vecchio leader e un "movimento" con uno statuto scritto ed approvato da solo due persone e con un leader che ostracizza che va in Tv.

salettone
Messaggi: 20570
Iscritto il: 23/12/2010, 16:42
Città: Alcamo
Località: c'ho gli "agganci"
Has thanked: 2 times
Been thanked: 6 times
Contatta:

Re: Elezioni politiche - 25 Febbraio 2013

Messaggio da salettone » 05/01/2013, 14:34

WWEonly4ever ha scritto:Mario Monti ha tradito la parola che aveva dato più volte, ovvero la volontà di non candidarsi: ormai da tecnico è un vero e proprio politico.
ha tradito un paio di palle.

non presentarsi alla contesa elettorale avrebbe screditato e messo a rischio il lavoro fatto in quest'anno.
con lui in campo, anche in caso di "sconfitta" chiunque andrá al suo posto dovrá forzatamente mantenere la rotta tracciata o addirittura richiamarlo nel ruolo di "timoniere".

condivido pienamente il discordo di Saimas su Renzi. il problema di questo paese é che ci si scandalizza proprio della sua coerenza su quanto detto durante le primarie.

su Monti al Quirinale invece non sono troppo convinto. una personalitá capace, apprezzata erispettata all'estero come la sua, non vorrei vederla confinata al ruolo di capo dello stato.
carica si prestigiosa, ma senza alcun potere utile al paese

Avatar utente
Saimas
Messaggi: 10624
Iscritto il: 22/12/2010, 21:58
Località: Vostok
Has thanked: 66 times
Been thanked: 38 times
Contatta:

Re: Elezioni politiche - 25 Febbraio 2013

Messaggio da Saimas » 05/01/2013, 14:37

CaccoleNutella ha scritto:
Vorrei che approfondissi il tuo pensiero su Vendola. Condivido il resto della tua analisi che trovo impeccabile ma dissento in questo ultimo punto. Visto che mi pare che veniamo dalla stessa realtà politica, per quanto io sia sicuramente molto più acerbo di te, vorrei appunto, senza alcuna intenzione polemica sapere perché ritieni Vendola un conservatore. Io personalmente come ho già detto voterò per SEL ma non per Vendola, piuttosto sono molto legato alla realtà locale politca e dal momento che c'è la possibilità di portare in parlamento una ragazza di 27 anni che conosco e stimo il mio voto sicuramente andrà a loro.
Da certi punti di vista potrei considerare pure io Vendola un conservatore. Per esempio, il fatto di chiamarsi ancora "compagni" ai congressi la trovo solo come una stupidaggine anocronistica. Mi fanno pure incazzare i discorsi banali e supreficiali sulla donna "Vorrei un governo con metà ministri di sesso femminile." Ma per piacere.

Vendola. Sono stato "compagno" assieme a lui in P.R.C. per una decina di anni e tre congressi. Al primo congresso a cui io abbia mai partecipato sono stato delegato di Circolo e quindi componente del Comitato Provinciale sotto l'ala "Ferrandiana". Ho comunque avuto modo di conoscere il pensiero di Compagni più o meno radicali, soprattutto per quanto riguarda la maggioranza Bertinottiana/Vendoliana.

Punto uno. Sò riconoscere gli errori personali e i successi degli altri. E su questa base riconosco che la maggioranza cosiddetta Bertinottiana ha avuto ragione riguardo la scissione del P.R.C. perchè a conti fatti SEL viaggia su cifre "accettabili" mentre le sinistre comuniste ormai sono merda fumante allo stato puro. Vendola è stato un progressista nel recente passato e qui bisogna dargliene atto, e io (io inteso come militante di sinistra radicale) un conservatore, perchè mi attaccavo al Simbolo senza vedere che i tempi sono cambiati, che non siamo più nel '900 e c'era bisogno di un rinnovo radicale.

Ma il progressismo di Vendola si è fermato lì. Non ha portato avanti un percorso che aveva iniziato e del quale io, nel mio piccolo in Provincia di Udine, sono stato "avversario", non accettando il peccato originale dell'ennesimo partituccolo personalistico. Anzi, non più tesserato PRC, nonostante la mia ritrosia iniziale ho cercato comunque un avvicinamento ideologico ma "fortunatamente" in quel periodo il mio interesse politico era ai minimi storici. Ammetto, mi bruciava l'ennesima diaspora della Sinistra Radicale. Mi brucia dai tempi di Diliberto.

Tu hai sottolineato un paio di concetti degni di essere tacciati di "conservatorismo", ma io da operaio/lavoratore/dipendente vado anche oltre la giusta analisi e chiedo qualcosa di concreto, qualcosa che ci faccia uscire da questa ideologia '900sca. E con SEL non l'ho trovato. E' vero, l'Articolo 18 NON deve essere un tabù, l'Articolo 18 prende in considerazione una fetta minore di lavoratori rispetto al totale. Cavallo Pazzo dopo la battaglia del Little Bighorn capì che comunque quella non era una vittoria ma una sconfitta e di lì ad un anno il sogno nativo crollò. Lo stesso valga per i 3 milioni a Roma nel 2002. Io c'ero ma era una illusione. Non è una vittoria lottare per "conservare" qualcosa che prima o poi andrà cambiato. E' una vittoria essere protagonisti di un qualcosa che prima o poi verrà inevitabilmente verrà cambiato. E' meglio combattere e conservare quello che abbiamo per il bene della mia generazione? o è meglio sedersi al tavolo del nemico e concertare per il bene anche delle generazioni successive?

Il conservatorismo di Vendola è questo: non capire che siamo nel 2013 e che "siamo costretti" a parlare, confrontarci, accettare idee di forze "rivali" e "opposte" a noi. SEL era nato con questo intento, SEL non mi può ora dire che il PD profuma di sinistra. Non lo accetto. Meglio la cruda realtà. E in questo Vendola è confuso.

Come confuse sono le sue opinioni sull'Ilva, tanto per fare un esempio sull'attuale.



p.s. forse mi sono perso, non sò... non ho voglia di rileggere...

Avatar utente
CaccoleNutella
Messaggi: 166
Iscritto il: 24/07/2012, 14:02
Città: Pesaro

Re: Elezioni politiche - 25 Febbraio 2013

Messaggio da CaccoleNutella » 05/01/2013, 14:50

Saimas ha scritto:

Vendola. Sono stato "compagno" assieme a lui in P.R.C. per una decina di anni e tre congressi. Al primo congresso a cui io abbia mai partecipato sono stato delegato di Circolo e quindi componente del Comitato Provinciale sotto l'ala "Ferrandiana". Ho comunque avuto modo di conoscere il pensiero di Compagni più o meno radicali, soprattutto per quanto riguarda la maggioranza Bertinottiana/Vendoliana.

Punto uno. Sò riconoscere gli errori personali e i successi degli altri. E su questa base riconosco che la maggioranza cosiddetta Bertinottiana ha avuto ragione riguardo la scissione del P.R.C. perchè a conti fatti SEL viaggia su cifre "accettabili" mentre le sinistre comuniste ormai sono merda fumante allo stato puro. Vendola è stato un progressista nel recente passato e qui bisogna dargliene atto, e io (io inteso come militante di sinistra radicale) un conservatore, perchè mi attaccavo al Simbolo senza vedere che i tempi sono cambiati, che non siamo più nel '900 e c'era bisogno di un rinnovo radicale.

Ma il progressismo di Vendola si è fermato lì. Non ha portato avanti un percorso che aveva iniziato e del quale io, nel mio piccolo in Provincia di Udine, sono stato "avversario", non accettando il peccato originale dell'ennesimo partituccolo personalistico. Anzi, non più tesserato PRC, nonostante la mia ritrosia iniziale ho cercato comunque un avvicinamento ideologico ma "fortunatamente" in quel periodo il mio interesse politico era ai minimi storici. Ammetto, mi bruciava l'ennesima diaspora della Sinistra Radicale. Mi brucia dai tempi di Diliberto.

Tu hai sottolineato un paio di concetti degni di essere tacciati di "conservatorismo", ma io da operaio/lavoratore/dipendente vado anche oltre la giusta analisi e chiedo qualcosa di concreto, qualcosa che ci faccia uscire da questa ideologia '900sca. E con SEL non l'ho trovato. E' vero, l'Articolo 18 NON deve essere un tabù, l'Articolo 18 prende in considerazione una fetta minore di lavoratori rispetto al totale. Cavallo Pazzo dopo la battaglia del Little Bighorn capì che comunque quella non era una vittoria ma una sconfitta e di lì ad un anno il sogno nativo crollò. Lo stesso valga per i 3 milioni a Roma nel 2002. Io c'ero ma era una illusione. Non è una vittoria lottare per "conservare" qualcosa che prima o poi andrà cambiato. E' una vittoria essere protagonisti di un qualcosa che prima o poi verrà inevitabilmente verrà cambiato. E' meglio combattere e conservare quello che abbiamo per il bene della mia generazione? o è meglio sedersi al tavolo del nemico e concertare per il bene anche delle generazioni successive?

Il conservatorismo di Vendola è questo: non capire che siamo nel 2013 e che "siamo costretti" a parlare, confrontarci, accettare idee di forze "rivali" e "opposte" a noi. SEL era nato con questo intento, SEL non mi può ora dire che il PD profuma di sinistra. Non lo accetto. Meglio la cruda realtà. E in questo Vendola è confuso.

Come confuse sono le sue opinioni sull'Ilva, tanto per fare un esempio sull'attuale.



p.s. forse mi sono perso, non sò... non ho voglia di rileggere...

Grazie mille.
Davvero, di cuore.
Non so cos'altro aggiungere, tutto ciò che posso dare io al momento al dibattito politico sono solo vacue ideologie da studentello di vent'anni quale sono. Mi fa sempre piacere conoscere opinioni diverse dalle mie, se sono argomentate così bene. Anch'io personalmente credo che Vendola si stia un po' perdendo e credo che parte della sua base elettorale al momento si stia allontanando ma, in ogni caso, voterò SEL perché è un progetto in cui ho creduto ed in cui ho lavorato per anni e poi, una volta che si ha la possibilità di far elegere una ragazza giovane ed affidabile che conosci personalmente...
Ti ringrazio ancora per la disponibilità.

Avatar utente
Nicolasblaze
Messaggi: 5379
Iscritto il: 23/12/2010, 1:54
Città: Roma

Re: Elezioni politiche - 25 Febbraio 2013

Messaggio da Nicolasblaze » 05/01/2013, 14:52

God is Bushwhackers ha scritto: Voterò un partitino, probabilmente Fermare Il Declino
Ambiente che conosco molto bene.
Più ci parlo e più li ritengo anacronistici e invotabili. Tanto vale votare Berlusconi, la ricetta economica è quella ed è senza ombra di dubbio fallimentare.

Avatar utente
Saimas
Messaggi: 10624
Iscritto il: 22/12/2010, 21:58
Località: Vostok
Has thanked: 66 times
Been thanked: 38 times
Contatta:

Re: Elezioni politiche - 25 Febbraio 2013

Messaggio da Saimas » 05/01/2013, 15:05

CaccoleNutella ha scritto:

Grazie mille.
Davvero, di cuore.
Non so cos'altro aggiungere, tutto ciò che posso dare io al momento al dibattito politico sono solo vacue ideologie da studentello di vent'anni quale sono. Mi fa sempre piacere conoscere opinioni diverse dalle mie, se sono argomentate così bene. Anch'io personalmente credo che Vendola si stia un po' perdendo e credo che parte della sua base elettorale al momento si stia allontanando ma, in ogni caso, voterò SEL perché è un progetto in cui ho creduto ed in cui ho lavorato per anni e poi, una volta che si ha la possibilità di far elegere una ragazza giovane ed affidabile che conosci personalmente...
Ti ringrazio ancora per la disponibilità.
Figurati, non ho assolutamente "obiezioni" da fare verso chi vota SEL. L'errore può essere mio e io personalmente potrei essere nel torto e non rendermi conto che magari Vendola abbia "ancora una volta" fatto il passo giusto.

Pensa che qua da me molti pensano che io sia un elettore di SEL, quindi fai tu :)

Ultima cosa: ho "vissuto" per anni nelle "barricate politiche". All'opposizione. Anche quando si era al governo. Attualmente nel mio comune "sono in maggioranza" anche se la Coalizione è una vera e propria Armata Civica figlia di anime più disparate tra loro, da elettori di destra fino ad arrivare a quelli della sinistra radicale, che poi sarei solamente io... nonostante sia un non-eletto, il Sindaco ha deciso che per le riunioni di maggioranza facessero parte anche un rappresentante non-eletto per lista, e io sono stato il fortunato ad essere il prescelto della mia lista. Ebbene, è dura. I conti sono saltati completamente da quando hanno tolto l'ICI, e io vivo in una località turistica, però le cose stanno iniziando a cambiare. E, come ci dissero i "rivali" del PDL ufficiale in Campagna Elettorale, nonostante siamo una vera e propria Insalata Politica, l'accordo si trova. E mai accordo migliore è quello di fare tutti un passo indietro oggi per poterne fare due avanti assieme domani.

Avatar utente
Saimas
Messaggi: 10624
Iscritto il: 22/12/2010, 21:58
Località: Vostok
Has thanked: 66 times
Been thanked: 38 times
Contatta:

Re: Elezioni politiche - 25 Febbraio 2013

Messaggio da Saimas » 05/01/2013, 15:07

Nicolasblaze ha scritto: Ambiente che conosco molto bene.
Più ci parlo e più li ritengo anacronistici e invotabili. Tanto vale votare Berlusconi, la ricetta economica è quella ed è senza ombra di dubbio fallimentare.

Immagine

:party:

Avatar utente
Geno
Messaggi: 12496
Iscritto il: 27/12/2010, 16:46
Città: Venezia
Località: Venezia
Has thanked: 1 time
Been thanked: 13 times

Re: Elezioni politiche - 25 Febbraio 2013

Messaggio da Geno » 05/01/2013, 15:28

Chi non va a votare merita di diventare un barbone

Poi non si devono lamentare

Avatar utente
Saimas
Messaggi: 10624
Iscritto il: 22/12/2010, 21:58
Località: Vostok
Has thanked: 66 times
Been thanked: 38 times
Contatta:

Re: Elezioni politiche - 25 Febbraio 2013

Messaggio da Saimas » 05/01/2013, 15:33

Geno ha scritto:Chi non va a votare merita di diventare un barbone

Poi non si devono lamentare

Considerando soprattutto che in Italia c'è un grande ventaglio di "scelte" e ricordando che "non si troverà mai quel partito che combacia con il 100% con le proprie idee". Personalmente tornerei all'esclusione al voto per tutti quelli che non sono andati a votare per tot. volte.

Avatar utente
CaccoleNutella
Messaggi: 166
Iscritto il: 24/07/2012, 14:02
Città: Pesaro

Re: Elezioni politiche - 25 Febbraio 2013

Messaggio da CaccoleNutella » 05/01/2013, 15:47

Personalmente non ho mai potuto sopportare tutta quella gente che si definisce "apolitica" solo per mascherare la propria disinformazione, disinteresse, pigrizia.
Cioè, giustificare la propria disaffezione con un "tanto sono tutti uguali" è comodo.

Avatar utente
BomberDede
Messaggi: 785
Iscritto il: 10/01/2011, 12:41
Città: Parma

Re: Elezioni politiche - 25 Febbraio 2013

Messaggio da BomberDede » 05/01/2013, 15:55

CaccoleNutella ha scritto:Personalmente non ho mai potuto sopportare tutta quella gente che si definisce "apolitica" solo per mascherare la propria disinformazione, disinteresse, pigrizia.
Cioè, giustificare la propria disaffezione con un "tanto sono tutti uguali" è comodo.
sono in linea toeria d'accordo con voi.
in 6 anni di avente diritto ho sempre votato:
2 sindaci, 1 provincia, 1 regione, 2 politiche, primarie pd e 2 primarie per il candidato sindaco.

Anche questa volta voerò di sicuro. Però mi tapperò per bene il naso. So che sono un filo integralista ma io dei candidati 60/70enni NON li voglio. E' così assurdo volere un giovane con voglia di fare, dinamico e allegro?
E' vero che si vota per le idee ma io, personalmente, da Bersani (dico perchè il PD è il partito ideologicamente più vicino a me) non mi sento rappresentato, ma proprio 0

L'unica eccezione l'avrei fatta per Prodi che adoro alla follia

Avatar utente
Gsquared
Messaggi: 7942
Iscritto il: 12/04/2011, 8:30
Città: Genova
Località: Su una nave pirata
Has thanked: 22 times
Been thanked: 25 times

Re: Elezioni politiche - 25 Febbraio 2013

Messaggio da Gsquared » 05/01/2013, 16:03

Mah, per quel che mi riguarda l'età dei candidati è un falso problema. Uno a settant'anni suonati può essere ancora in gambissima come un trentacinquenne può essere un signor imbecille.
Per me l'attenzione dev'essere sul fatto che ci siano candidati preparati

Avatar utente
CaccoleNutella
Messaggi: 166
Iscritto il: 24/07/2012, 14:02
Città: Pesaro

Re: Elezioni politiche - 25 Febbraio 2013

Messaggio da CaccoleNutella » 05/01/2013, 16:11

Gsquared ha scritto:Mah, per quel che mi riguarda l'età dei candidati è un falso problema. Uno a settant'anni suonati può essere ancora in gambissima come un trentacinquenne può essere un signor imbecille.
Per me l'attenzione dev'essere sul fatto che ci siano candidati preparati

Ecco, ci si focalizza troppo a dire "Nel mio governo ci saranno tot giovani, tot donne."
Preferirei sentirmi dire "nel mio governo ci saranno persone competenti"
Cioè, è innegabile che ci sia bisogno di rinnovamento in politica ma non deve necessariamente essere legato ad un dato anagrafico.

Rispondi