Let's sail with the Pirate Princess: THE KAIRI HOJO STORY ⎈⎈

Il forum principale di Tuttowrestling: il posto giusto per discutere di wrestling (WWE, TNA e quant’altro) insieme agli altri appassionati.
Avatar utente
Smoker
Messaggi: 1159
Iscritto il: 24/11/2014, 23:32
Città: Milano
Has thanked: 67 times
Been thanked: 44 times

Re: Let's sail with the Pirate Princess: THE KAIRI HOJO STORY ⎈⎈

Messaggio da Smoker »

Emperador Horace ha scritto: 07/05/2020, 16:38 Se può essere utile per puro caso ho trovato un match in cui Dark Angel fa trio con Shrek e Ciuchino (in spagnolo Burrito), contro Princesa Sugehit e personaggi strani di Monterrey.
Come cazzo fa il wrestling a non essere lo sport più seguito al mondo io non lo so .



Avatar utente
Emperador Horace
Messaggi: 9756
Iscritto il: 23/12/2010, 16:56
Località: Volevo fare l'esperto della lucha libre, così nessuno capiva che dicevo ♥♥♥♥♥
Has thanked: 111 times
Been thanked: 275 times

Re: Let's sail with the Pirate Princess: THE KAIRI HOJO STORY ⎈⎈

Messaggio da Emperador Horace »

poppo the snake ha scritto: 07/05/2020, 17:07 Dove si può trovare? :incredulo:
Sul tubo, è di inizio 2005. All'epoca la Stock era fissa a Monterrey soprattutto per la LLF, e aveva una faida con la Sugehit che le aveva tolto la maschera qualche mese prima (aiutando molto la sua carriera, dato che era bellissima).

Monterrey era famosa per queste cose, ha navigato in serie z per parecchi lustri tra Teletubbies, starlette sexy, gente del Gran Hermano, un commentatore di baseball di 96 anni e altre cose così.
Paradossalmente, è con questa commistione tra lucha libre e tv "nazionalpopolare" che si è sviluppata la vasta fanbase di Angel Garza (ma anche parte di quella di Sexy Star).

Avatar utente
poppo the snake
Messaggi: 1788
Iscritto il: 18/02/2012, 14:38
Città: Mirano
Località: Mirano
Has thanked: 124 times
Been thanked: 118 times
Contatta:

Re: Let's sail with the Pirate Princess: THE KAIRI HOJO STORY ⎈⎈

Messaggio da poppo the snake »

Emperador Horace ha scritto: 07/05/2020, 17:55 Sul tubo, è di inizio 2005. All'epoca la Stock era fissa a Monterrey soprattutto per la LLF, e aveva una faida con la Sugehit che le aveva tolto la maschera qualche mese prima (aiutando molto la sua carriera, dato che era bellissima).

Monterrey era famosa per queste cose, ha navigato in serie z per parecchi lustri tra Teletubbies, starlette sexy, gente del Gran Hermano, un commentatore di baseball di 96 anni e altre cose così.
Paradossalmente, è con questa commistione tra lucha libre e tv "nazionalpopolare" che si è sviluppata la vasta fanbase di Angel Garza (ma anche parte di quella di Sexy Star).
Mi incuriosisce quel periodo, conosco i precedenti tra le due solo di fama, vedrò di recuperare.

Avatar utente
RKOuttaNowhere
Messaggi: 304
Iscritto il: 13/10/2019, 18:55
Città: Como
Has thanked: 12 times
Been thanked: 10 times

Re: Let's sail with the Pirate Princess: THE KAIRI HOJO STORY ⎈⎈

Messaggio da RKOuttaNowhere »

Prima premessa: Non conosco una sega del giappone e non mi interessa neanche saperne e una domanda più sul contesto attuale.


Considerando che Hojo/Sane è rappresentata come una "modella idol"(non so come trovare un termine meno odioso) e simili, in America con un idea del genere avrebbe potuto funzionare?

Avatar utente
poppo the snake
Messaggi: 1788
Iscritto il: 18/02/2012, 14:38
Città: Mirano
Località: Mirano
Has thanked: 124 times
Been thanked: 118 times
Contatta:

Re: Let's sail with the Pirate Princess: THE KAIRI HOJO STORY ⎈⎈

Messaggio da poppo the snake »

RKOuttaNowhere ha scritto: 07/05/2020, 19:06 Prima premessa: Non conosco una sega del giappone e non mi interessa neanche saperne e una domanda più sul contesto attuale.


Considerando che Hojo/Sane è rappresentata come una "modella idol"(non so come trovare un termine meno odioso) e simili, in America con un idea del genere avrebbe potuto funzionare?
Il suo problema non è la presentazione, se non fosse per l'attire da piratessa non avrebbe raggiunto nemmeno quel poco che ha conseguito.

Poniamo anche il caso che si decidessero di abolire lo stereotipo delle giapponesi urlanti o che lottano da giapponesi/fighting spirit/bushido/mitsubishi/kawasaki/cose random giapponesi, rimane comunque il fatto che non può far leva sulla sua principale caratteristica, ossia creare empatia attraverso il lottato.

Se vuoi contestualizzarla devi prima capire da dove provviene, altrimenti è del tutto inutile fare congetture.

Avatar utente
El Principe
Messaggi: 761
Iscritto il: 03/05/2016, 19:40
Località: Sardinna
Has thanked: 105 times
Been thanked: 116 times

Re: Let's sail with the Pirate Princess: THE KAIRI HOJO STORY ⎈⎈

Messaggio da El Principe »

Anche io non ho capito la domanda. Non penso abbia il fisico per essere presentata come modella in America e comunque la sua kawaiieria da idol di quel genere la sta tenendo a galla. Almeno credo, io non la vedo su un ring dal 2017. Comunque sarebbe stata perfetta da underdog prima e da campionessa guerriera che difende a tutti i costi quanto conquistato poi, è il suo ruolo naturale, ma a quanto leggo in giro non l'hanno mai usata in quel modo.

Luchas da federazioni di terza fascia da Monterrey, su Dark Angel non potevo chiedere di meglio :godimento:


Tornando alla nostra Kairi Hojo, oggi vedremo il primo match importante della sua carriera: la sfida alla star Yuzuki Aikawa (appena eletta joshi of the year per il secondo anno consecutivo da tokyosports) per la White Belt, al Korakuen il 16 gennaio 2013. È passato poco più di un anno dal debutto, si tratta dunque di una prova fondamentale per lei, proprio contro la stessa avversaria del suo primo match.


L'avevamo lasciata con un solo punto e sconfitta da tutte (tranne Kyoko) al 5SGP, dove aveva messo in mostra dei miglioramenti ma con alcune imprecisioni. Dopo il torneo ha saldato l'alleanza con Natsumi Showzuki, con cui ha partecipato alla Tag league nel novembre del 2012. In quella competizione le due erano riuscite ad arrivare in finale e a giocarsi nello stesso match le cinture tag, vacanti dopo il ritiro in estate di Yoko Bito, perdendo contro Yoshiko e Natsuki Taiyo. Ma l'epopea del tag team con Showzuki la vedremo la prossima volta, oggi rimaniamo concentrati su Yuzupon.

Immagine
Campionessa gravure, Aikawa Yuzuki

Di Yuzuki Aikawa ne ho già parlato. È una delle mie preferite di sempre, se non proprio la mia numero uno. Allenata apposta per debuttare in Stardom e gravure idol, al tempo era l'asso della federazione. Mentre Kairi ci provava in tag e si faceva le ossa, Yuzupon in tutta la seconda parte del 2012 era stata protagonista di una rivalità contro la capa Nanae Takahashi, sempre capionessa Red nonostante la popolarità di Yuzuki. Era ora di provare a prendersi il World of Stardom title. Il match si è svolto nelllo show di Natale al Korakuen. L'incontro rappresenta la sintesi delle qualità della Aikawa: striking durissimo da taekwondo, empatia e grande cuore. Qualità che comunque non bastano per vincere. E proprio mentre lei è distrutta dopo la sconfitta che sale sul ring la sua protetta Kairi Hojo, che la sfida per la cintura bianca e gli chiede di concedergli l'opportunità di dimostrare il suo valore: non può dire di no.

Immagine

IL MATCH

Samurai TV version. È una Kairi molto diversa da quella di un anno fa, si vede fin da subito da come si muove nel ring: tutta un'altra confidenza e combattività. Dopo un buon inizio riesce anche a sorprendere la campionessa, mettendola alle corde con una serie di chop. La Aikawa non è fessa, e dopo aver evitato la spear all'angolo passa in controllo con i calci. Al cambio di fronte Kairi riprende la sequenza che le abbiamo visto usare per vincere al suo match d'esordio al Korakuen con Mayu, ma non basta. Da qui il match entra nel vivo e viene sviluppata la storia allieva vs maestra accennata nelle prime fasi. Addirittura Kairi ruba lo Yuzupon kick alla rivale.

Immagine

I minuti finali sono uno sprint in cui Kairi mette i campo tutto quello che ha. La Aikawa resiste stoicamente, anche a una diving sliding d devastante. Kairi si intestardisce su quella mossa e in risposta la campionessa gli stacca un braccio a calci. Altro riferimento alla storia dell'ammirazione provata dalla rookie: ruba ancora una volta una delle trademark moves di Yuzuki, il fisherman suplex. Per la Aikawa è troppo, calci in bocca e finish. Questo è stato il primo match singolo di un certo livello, con uno storytelling un minimo più profondo e variegato e in una grande occasione, anche se il main event di quello show era Nanae vs Kyoko per la Red. Dopo il match Kairi piange e la Shodai Wonder Champion la consola e la applaude: prova superata.

Avatar utente
bakke85
Messaggi: 435
Iscritto il: 01/09/2015, 20:12
Città: Twin Peaks
Has thanked: 146 times
Been thanked: 20 times

Re: Let's sail with the Pirate Princess: THE KAIRI HOJO STORY ⎈⎈

Messaggio da bakke85 »

Domanda forse stupida, o che avete già risposto, ma quante cinture ci sono in Stardom ? E che differenze ci sono tra di loro ?
Grazie

Avatar utente
poppo the snake
Messaggi: 1788
Iscritto il: 18/02/2012, 14:38
Città: Mirano
Località: Mirano
Has thanked: 124 times
Been thanked: 118 times
Contatta:

Re: Let's sail with the Pirate Princess: THE KAIRI HOJO STORY ⎈⎈

Messaggio da poppo the snake »

bakke85 ha scritto: 08/05/2020, 7:42 Domanda forse stupida, o che avete già risposto, ma quante cinture ci sono in Stardom ? E che differenze ci sono tra di loro ?
Grazie
La faccio breve, il titolo massimo è la red belt (titolo mondiale, come già detto ispirato dal titolo WWWA), la White ( Wonder of Stardom) di cui parla El principe in questo post (ispirata al Pacific, tipo l’intercontinentale, anche qualcosa di più), poi ci sono i titoli Trios (artists of Stardom), i tag (godesses), il titolo high speed (junior), interpromozionale (SWF) e infine quello per la categoria under 20 (future of Stardom).

Stasera commento il resto

Come dico sempre, troppe

Avatar utente
poppo the snake
Messaggi: 1788
Iscritto il: 18/02/2012, 14:38
Città: Mirano
Località: Mirano
Has thanked: 124 times
Been thanked: 118 times
Contatta:

Re: Let's sail with the Pirate Princess: THE KAIRI HOJO STORY ⎈⎈

Messaggio da poppo the snake »

Allora sul match un paio di considerazioni su Kairi: nettamente migliorata sul versante ring psycology, tra l'altro il "furto" delle mosse mette in risalto un aspetto importante, ossia la cultura dell'ereditarietà delle mosse, che c'è in parte anche in parte in America, ma qui è molto più sentita (vero Bea merda?); Anyway, ciò che la penalizza ancora è una certa imprecisione su alcuni posizionamenti iniziali e sullo striking (le chop sono proprio brutte da vedere, si salva giusto lo schiaffone verso la fine, molto ben assestato), ma tutte cose comprensibilissime visto che lotta ancora da pochissimo tempo.

Solita domanda e solita premessa, io in questo suo percorso vedo una serie di similitudini con due lottatrici in particolare: una è Tam Nakano, l'altra è la nostra Giulietta; non parlo nè a livello prettamente stilistico, nè di talento (le due partivano mooooolto più indietro a mio modo di vedere rispetto a Kairi), quanto del modo di stare sul ring e della velocità di apprendimento. Sei d'accordo o no? E soprattutto, a chi la accosteresti delle nuove giovani? E con giovani intendo ovviamente anche quelle di "lungo corso".

Avatar utente
Emperador Horace
Messaggi: 9756
Iscritto il: 23/12/2010, 16:56
Località: Volevo fare l'esperto della lucha libre, così nessuno capiva che dicevo ♥♥♥♥♥
Has thanked: 111 times
Been thanked: 275 times

Re: Let's sail with the Pirate Princess: THE KAIRI HOJO STORY ⎈⎈

Messaggio da Emperador Horace »

poppo the snake ha scritto: 07/05/2020, 18:25 Mi incuriosisce quel periodo, conosco i precedenti tra le due solo di fama, vedrò di recuperare.
Sul sito della LLF sembrano disponibili diversi precedenti tra le 2, oltre al mask match ci sono anche un bull terrier match, uno street fight e una difesa titolata.
In più altri tre match con la Stock, tra cui un Iron Woman Match contro Polly Star, e un tag team match in cui sono coinvolte anche April Hunter, Nikki Roxx e Christie Ricci.

All'epoca la LLF sembrava ancora orientata verso gli appassionati di wrestling e non ai feticisti dei piedi, ma i prezzi dei match sono assurdi.

Avatar utente
El Principe
Messaggi: 761
Iscritto il: 03/05/2016, 19:40
Località: Sardinna
Has thanked: 105 times
Been thanked: 116 times

Re: Let's sail with the Pirate Princess: THE KAIRI HOJO STORY ⎈⎈

Messaggio da El Principe »

poppo the snake ha scritto: 08/05/2020, 21:35 Solita domanda e solita premessa, io in questo suo percorso vedo una serie di similitudini con due lottatrici in particolare: una è Tam Nakano, l'altra è la nostra Giulietta; non parlo nè a livello prettamente stilistico, nè di talento (le due partivano mooooolto più indietro a mio modo di vedere rispetto a Kairi), quanto del modo di stare sul ring e della velocità di apprendimento. Sei d'accordo o no? E soprattutto, a chi la accosteresti delle nuove giovani? E con giovani intendo ovviamente anche quelle di "lungo corso".
Proprio l'altro giorno, leggendo un po' di gente che sperava in un possibile licenziamento di Kairi nell'ultima tornata e chi si augurava che se ne andasse dopo essere stata quasi infortunata da una tale a Raw, mi chiedevo perché aspettare sempre che una arrivi in Wwe per poi lamentarsi del trattamento, quando prima non era stata mai calcolata. Perché non provare a dare una chance a chi ha fatto lo stesso percoso della Hojo e adesso si esprime in un contesto che valorizza? E il primo nome che mi è venuto in mente è proprio quello di Tam Nakano. Secondo me lei potrebbe svolgere bene un ruolo da underdog guerrigliero, proprio come ha fatto la Hojo a suo tempo. Stavano seguendo molto bene lo stesso percorso anche con Momo prima di lasciare perdere. Tuttavia la Watanabe, anche se ha fatto benissimo con la White, non ha il carisma di Kairi. Giulia la vedrei più come heel stronza. Sia la zizola che Tam sono migliorate tanto ma hanno anche seguito un percorso più regolare. Secondo me non partivano poi così indietro rispetto a Kairi, cresciuta in un contesto diverso. È anche comprensibile, la Hojo per necessità è stata buttata nella mischia in un roster con tantissime rookie e poi si è ritrovata l'unica con un certo status insieme a Io e Mayu, con il vuoto oltre loro. Mentre adesso, secondo me, c'è la massima varietà e concentrazione di talento di sempre in Stardom.

Per quanto riguarda le nuove giovani, oltre a quelle di "lungo corso", come potrebbe essere una Konami, che è super pronta, è difficile da dire. Anche se come stile sono diverse, una che potrebbe avere un percorso simile fino ad arrivare al top per me è Utami. Ci spero sempre :love:
Anche se finché resta nelle QQ a fare la cosplayer di AZM on steroids la vedo difficile, prima sì che spaccava :love:
I due prospetti migliori in assoluto sono Suzu Suzuki e Maika. Per la velocità di apprendimento dimostrata e la confidenza sul ring dopo solo un anno di carriera fanno paura. Loro sono il futuro: una è sicura top name in Ice Ribbon, seguendo tutte le tappe, l'altra deve giocarsi bene le sue carte e avere fortuna vista la concorrenza.

Avatar utente
poppo the snake
Messaggi: 1788
Iscritto il: 18/02/2012, 14:38
Città: Mirano
Località: Mirano
Has thanked: 124 times
Been thanked: 118 times
Contatta:

Re: Let's sail with the Pirate Princess: THE KAIRI HOJO STORY ⎈⎈

Messaggio da poppo the snake »

Emperador Horace ha scritto: 09/05/2020, 16:42 Sul sito della LLF sembrano disponibili diversi precedenti tra le 2, oltre al mask match ci sono anche un bull terrier match, uno street fight e una difesa titolata.
In più altri tre match con la Stock, tra cui un Iron Woman Match contro Polly Star, e un tag team match in cui sono coinvolte anche April Hunter, Nikki Roxx e Christie Ricci.

All'epoca la LLF sembrava ancora orientata verso gli appassionati di wrestling e non ai feticisti dei piedi, ma i prezzi dei match sono assurdi.
Si vedo infatti. Una domanda: ho recuperato alcune interviste della Stock del periodo messicano ed ho notato che i commentatori spesso pongono molta enfasi sul suo status, addirittura considerandola una pioniera. Quanto c'è di vero e quanto è pompato secondo te?
El Principe ha scritto: 09/05/2020, 20:52zizola

Questo lo prendo come un complimento :thanks:

Sul discorso del lamentarsi io mi sono dato come risposta il fatto che ci sia molta pigrizia e molta resistenza nel documentarsi su un tipo di prodotto totalmente diverso da quello generalistico. Molto più comodo avere una Kairi in corsia 6 che ti fa 10 minuti di match televisivo e video package che recuperarsi tutto il suo percorso. Già tanto se recuperano qualche match consigliato, ma come già detto è estremamente riduttivo visto il contesto (e sminuente per i match stessi che perdono molto della loro bellezza senza aver presente status delle protagoniste e la loro storia pregressa). Per forza poi ci si domanda se potrebbero funzionare con questa o quella gimmick, perchè non è chiaro davero il loro valore. Oltre al fatto che c'è tanta, tanta, tanta, tanta e ancora tanta confusione tra sport entertainment e pro wrestling, ancora prima di addentrarsi nell'ambito del puroresu in generale.

Non saprei però sul discorso del valore di partenza, Tam ancora ancora forse, ma Giulia secondo me partiva molto più indietro, si può dire che partiva veramente da zero.

Avatar utente
Emperador Horace
Messaggi: 9756
Iscritto il: 23/12/2010, 16:56
Località: Volevo fare l'esperto della lucha libre, così nessuno capiva che dicevo ♥♥♥♥♥
Has thanked: 111 times
Been thanked: 275 times

Re: Let's sail with the Pirate Princess: THE KAIRI HOJO STORY ⎈⎈

Messaggio da Emperador Horace »

Secondo luchawiki lei fu uno dei principali motivi per cui il CMLL tornò ad avere una divisione femminile, tra l'altro molto più presente rispetto al passato.

Tutto sarebbe partito da questo match qui
https://www.cagematch.net/?id=1&nr=97764
in cui lei e Amapola fecero un'ottima impressione.

Effettivamente la divisione femminile era praticamente scomparsa a cavallo tra i due millenni, con ben due campionesse che avevano lasciato con la cintura per la AAA (Lady Apache e La Diabolica).
Cintura che rimase pure vacante per un anno e mezzo tra il 2003 e il 2005, prima di essere riassegnata (un po' come in WWE).

Ma in generale se uno va a vedere le difese titolate degli anni 90, avvenivano quasi tutte in b-show o in Giappone (un po' come le cinture femminili della WCW), quindi la loro sembrerebbe la prima generazione di luchadoras veramente fisse nel roster, e il merito viene attribuito molto all'overness della canadese.

Avatar utente
RKOuttaNowhere
Messaggi: 304
Iscritto il: 13/10/2019, 18:55
Città: Como
Has thanked: 12 times
Been thanked: 10 times

Re: Let's sail with the Pirate Princess: THE KAIRI HOJO STORY ⎈⎈

Messaggio da RKOuttaNowhere »

poppo the snake ha scritto: 07/05/2020, 19:50 Il suo problema non è la presentazione, se non fosse per l'attire da piratessa non avrebbe raggiunto nemmeno quel poco che ha conseguito.

Poniamo anche il caso che si decidessero di abolire lo stereotipo delle giapponesi urlanti o che lottano da giapponesi/fighting spirit/bushido/mitsubishi/kawasaki/cose random giapponesi, rimane comunque il fatto che non può far leva sulla sua principale caratteristica, ossia creare empatia attraverso il lottato.

Se vuoi contestualizzarla devi prima capire da dove provviene, altrimenti è del tutto inutile fare congetture.
Anche io non ho capito la domanda. Non penso abbia il fisico per essere presentata come modella in America e comunque la sua kawaiieria da idol di quel genere la sta tenendo a galla. Almeno credo, io non la vedo su un ring dal 2017. Comunque sarebbe stata perfetta da underdog prima e da campionessa guerriera che difende a tutti i costi quanto conquistato poi, è il suo ruolo naturale, ma a quanto leggo in giro non l'hanno mai usata in quel modo.
Intendo come far vendere la Sane al pubblico americano/generalista. Essendo,come avete detto voi comunque, una modella con determinate caratteristiche Idol possa riuscire a far breccia nel pubblico. Ovvio che,nel suo caso, il lato Ring dovrebbe essere fondamentale ma visto che qui è apparsa come un BITW(per quel poco che vidi ,va detto) piuttosto che magari riprendere il suo personaggio avuto in giappone. Tutto li.

Avatar utente
poppo the snake
Messaggi: 1788
Iscritto il: 18/02/2012, 14:38
Città: Mirano
Località: Mirano
Has thanked: 124 times
Been thanked: 118 times
Contatta:

Re: Let's sail with the Pirate Princess: THE KAIRI HOJO STORY ⎈⎈

Messaggio da poppo the snake »

RKOuttaNowhere ha scritto: 10/05/2020, 6:42 ma visto che qui è apparsa come un BITW(per quel poco che vidi ,va detto) piuttosto che magari riprendere il suo personaggio avuto in giappone. Tutto li.
Il “personaggio” è quello raccontato tramite il lottato. Togli il lottato e non hai il motivo per cui è arrivata in wwe.

Fine.

Rispondi